Politica

Ddl Delrio: dal 1° gennaio 2015 abolita la Provincia di Lecco

E' passato al Senato con 160 voti favorevoli e 133 contrari il ddl Delrio che prevede l'abolizione delle province e una riorganizzazione delle comepetenze degli enti locali.

Una seduta del Consiglio della Provincia di Lecco

Con 160 sì e 133 no il ddl Delrio, che prevede l’abolizione delle province e l’istituzione di alcune città metropolitane con un riassetto di competenze tra comuni e regioni, è passato al Senato.

Le nuove Province "Leggere" decorreranno dal 1° gennaio 2015, saranno composte dal presidente, il consiglio provinciale e l'assemblea dei sindaci ed avranno durata di quattro anni.

Il presidente sarà il sindaco del comune capoluogo e decadrà dalla carica in caso di cessazione dalla carica di primo cittadino. Le nuove province continueranno a gestire l'edilizia scolastica, pianificazione in tema di ambiente e trasporti ed infine controllo di fenomeni discriminatori in ambito occupazionale e di pari opportunità.

Per quanto riguarda la provincia lecchese le cui elezioni avrebbero dovuto tenersi quest'anno vi sarà una proroga per i presidenti e assessori fino a fine 2014, ma a titolo gratuito. Il presidente della provincia sarà eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali e deve essere un sindaco.

Tra gli elementi di novità contenuti nel decreto c’è l’istituzione di dieci Città metropolitane, il passaggio di alcune competenze delle Province a Comuni e Regioni e la trasformazione degli organi provinciali in enti di secondo grado.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ddl Delrio: dal 1° gennaio 2015 abolita la Provincia di Lecco

LeccoToday è in caricamento