menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro Remo Valsecchi

Al centro Remo Valsecchi

Acqua pubblica, il comitato: "Pronto l'esposto alla Corte dei Conti"

La sede Arci di Lecco ha ospitato la conferenza riservata ai media relativa alla gestione del patrimonio idrico della provincia lecchese

Durante la conferenza stampa indetta dal Comitato per l'acqua pubblica, che si è tenuta nella mattinata di venerdì 21 marzo, si è parlato della gestione del patrimonio idrico della provincia di Lecco.

Il Comitato, dopo un'analisi delle vicende che hanno caratterizzato il servizio idrico, ritiene opportuno, nella semplice logica di adempiere ad un proprio dovere civico, avviare iniziative atte a fare chiarezza, per capire se tutto ciò che è avvenuto dal 2007 ad oggi, sia stato soggetto alla legittimità delle leggi.

Per questo motivo, il Comitato ha già pronto un esposto corredato di 48 documenti di atti pubblici suddivisi in 27 schede. Il materiale comprende le vicende che hanno caratterizzato la gestione del servizio idrico della provincia. Il testo parte così dalla costituzione di Idrolario del 2007 e sua relativa gestione, si sofferma sulla situazione economica (sedi societarie e amministrative in enti pubblici, appalti e bilanci) e arriva sino alla decadenza degli amministratori societari (Lario reti nel giugno 2013 e Idrolario nel settembre 2013). Il documento si pone l'obiettivo di chiedere la valutazione, da parte della Corte dei Conti, del danno erariale scaturito da una serie di operazioni societarie (affidamenti, consulenze, spese, operazioni societarie).

Il comitato, vuole pertanto che si controlli la reale efficienza degli organi di gestione di quella che, in teoria, è ancora una risorsa pubblica primaria. Per questo lo stesso organo che propone l'esposto, chiede se siano tutelati gli interessi dei cittadini oppure dei soggetti che ad oggi hanno deciso il futuro dell'acqua in provincia di Lecco: Idrolario, Lario reti Holding S.p.a., Idroservice, AAto, Provincia e comuni.

La coordinatrice Rinaldi ha concluso l'incontro con la domanda ancora aperta: " Sull’ acqua pubblica i sindaci rispondono ai loro cittadini oppure agli ordini di partito”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento