menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zamperini, Negrini, Mauri, Brambilla

Zamperini, Negrini, Mauri, Brambilla

Alberto Negrini il candidato sindaco di L.N.-F.I. e F.dI.-AN: "Noi vogliamo cambiare Lecco"

Nella mattinata di oggi, sabato 21 marzo, presso la sede di ConfCommercio Lecco, si è tenuta la presentazione del candidato sindaco Alberto Negrini, titolare di alcuni negozi a Lecco, espressione di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia-A.N.

Alberto Negrini candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Lecco espressione della coalizione fra Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia-A.N. è stato presentato questa mattina, sabato 21 marzo, presso la sede di ConfCommercio Lecco.

"Mi sono proposto come uno dei tanti attori - esordisce lo stesso Negrini - che si stanno muovendo per risolvere i problemi di questa città. Dobbiamo lavorare per un'amministrazione che non ostacoli chi lavora per Lecco affinchè tutta la comunità ne possa beneficiare. C'è un dato preoccupante e cioè che il  capoluogo lecchese, come pubblicato da un articolo nell'edizione di ieri del Corriere della Sera, è classificato come una delle città meno felici d'Italia. Conosco tante persone che sono tornate a Lecco dopo tanti anni e che mi dicono che Lecco si è imbruttita, si è spenta. Noi pensiamo, di contro, di avere le soluzioni per cambiare il capoluogo lecchese, che negli ultimi anni ha perso la sua competitività e capacità imprenditoriale. Tutto questo è dovuto anche agli ostacoli posti dall'attuale amministrazione comunale, un'amministrazione che deve cambiare, che deve farsi carico di trovare gli stimoli per cambiare".

Negrini ha le idee chiare su cosa serva per cambiare Lecco: "Noi crediamo fortemente di poter dare degli indirizzi condivisi per ritornare a far crescere Lecco. Prendo un esempio su tutti, come la Piazza degli Affari, dove che magari gli intenti iniziali potevano essere interessanti, mentre oggi, a distanza di anni, siamo ancora qui a parlare di un'opera incompiuta. Questa è una città che non può più permettersi di lasciare indietro un settore economico per privilegiarne un altro, mi riferisco alla volontà di ritornare a far crescere Lecco solo con il turismo. Attenzione, una città cresce se crescono tutti i settori, non solo il turismo. Noi non vogliamo fare una campagna elettorale di soli slogan e promesse, ma lavorare concretamente proponendo persone competenti nei propri settori e non con assessori che non hanno mai lavorato nell'ambito che si propongono di governare la città".

Non solo Lecco centro, ma anche i rioni: "Concludo sottolineando come negli ultimi anni i rioni di Lecco siano stati abbandonati, lasciandoli a loro stessi, con la completa sparizione dell'attività sociale, favorendo i commercianti periferici, il famoso km zero, cercando di favorire ed il ritorno di nuove attività economiche. E' vero che non possiamo tornare indietro, ma dobbiamo anche renderci conto che non possiamo far regredire ancora di più la periferia di Lecco, differenziando i diversi rioni perchè ognuno ha le sue peculiarità".

Poi è il turno dei rappresentanti dei partiti che appoggiano Negrini sindaco a partire dal segretario cittadino della Lega Nord Emanuele Mauri: "Rigrazio Negrini per averci dato la sua disponibilità in un momento non facile. Si è reso disponibile a collaborare con noi per lavorare tutti insieme per il bene della città, la cui vocazione sta cambiando, da quella solo ed esclusivamente industriale a quella commerciale ed industriale. Fortunatamente il territorio è ancora ricco di realtà industriali e vanno seguite ed aiutate a lavorare. Arriviamo da un'amministrazione grigia, spenta, che non offre opportunità ai commercianti ed agli imprenditori. Per far tutto ciò serve esperienza che è quella che porterà Negrini".

"Anch'io, come Mauri, voglio ringraziare Negrini per la sua disponibilità - sottolinea Zamperini di Fratelli d'Italia-A.N. -  a candidarsi per cambiare questa città, tartassata da Brivio che è lo Sceriffo di Nottingham, perchè è questo che è diventata Lecco. Vogliamo riportare Lecco ad essere  città della gioia, che non deve preoccuparsi della burocrazia, ma pensare a vivere il capoluogo come è giusto che sia. Fratelli d'Italia è un partito i cui aderenti sono disponibili ad ascoltare tutti i bisogni e le istanze dei lecchesi. Voglio rimarcare il fatto, soprattutto in questo periodo, che non tutti i politici sono uguali, non tutti sono corrotti, ma c'è anche gente che fa politica con passione e integrità morale".

Chiude il giro di interventi l'onorevole Michela Vittoria Brambilla, commissario di Forza Italia a Lecco: "Il punto più qualificante ed evidente del nostro programma è la discontinuità con il sistema Brivio, che in questi anni ha potuto beneficiare di un'opposizione accomodante, che, fino a poco tempo fa,  era anche disposta ad andare in coalizione con Brivio. L'unica vera coalizione di novità, di proposte interessanti è  centro destra che noi rappresentiamo. I lecchesi sono stanchi di balle e contaballe, non ne possiamo più. Io sono un'ambientalista convinta e non posso sopportare cartelli elettorali di Brivio che recitano che con "Con Brivio l'aria è più buona", quando Lecco è in testa alle città più inquinate".

"Alberto Negrini - conclude Brambilla - arriva veramente dalla società civile, un commerciante attivo sul territorio, un rappresentate del distretto del commercio, delle partite IVA che combattono ogni giorno per cercare di far crescere il nostro paese. Negrini ha recentemente aperto il suo quarto negozio ed in un paese come il nostro non è facile, in un paese che non ha cuore che rischia di proprio. Con lui chiudiamo una brutta pagina della storia di questa città, che è sempre stata una città di centrodestra, in cui questa amministrazione non ha mantenuto una sola promessa fatta cinque anni fa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento