Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Anghileri e Canali: «Vaccinare tutti e tutte, vaccinare subito»

L'appello del gruppo "Con la Sinistra Cambia Lecco" che critica la Regione: «Il nostro Comune, così come molti altri, è dovuto intervenire per limitare i danni causati dalle scelte della Giunta lombarda nella vaccinazione degli over 80»

«Vaccinare tutti e tutte, vaccinare subito». L'appello è stato rilanciato oggi dal gruppo "Con la Sinistra cambia Lecco". In una nota inviata agli organi di informazione, il capogruppo Alberto Anghileri e la portavoce Sara Canali tornano a chiedere con forza il massimo impegno delle istituzioni per accelerare la campagna vaccinale, puntando il dito contro le «mancanze della Regione» e ricordando «l'impegno del Comune di Lecco» in questo ambito. «La nostra Amministrazione comunale, così come molte altre, è stata costretta ad intervenire per provare a limitare i danni causati dall'incapacità della giunta regionale lombarda di procedere alla vaccinazione degli over 80 della nostra regione. Certamente questa pandemia ha colto tutti di sprovvista, molti sono stati gli errori, ma la nostra Regione ha collezionato sbagli e record negativi».

Lecco ha un centro vaccinale: scelto il Palataurus, avrà 15 linee

Sempre secondo Anghileri e Canali: «Sono passati 12 mesi, sono arrivati i vaccini, certamente in quantità insufficiente, ma nella nostra regione non si riesce nemmeno a somministrare quelli che abbiamo, tra tutte le regioni siamo quella con le percentuali più basse di vaccinati e parliamo dei soggetti più deboli quelli che hanno pagato il prezzo più alto in questo drammatico anno. Anziani di Lecco indirizzati nelle valli Bergamasche, anziani dell’hinterland milanese spediti a Gravedona, anziani non convocati negli Hub predisposti a Como e Cremona per non parlare delle persone impossibilitate a recarsi negli ospedali e che hanno chiesto la vaccinazione al proprio domicilio, continuano ad attendere».

Moratti: «Subito dopo Pasqua completeremo la campagna vaccinale degli over 80»

«Il presidente Fontana ha scaricato la colpa sulla società Aria che doveva gestire le prenotazioni, ma questa società è stata scelta da lui, ne dovrebbe trarre le conseguenze - dichiarano infine i due esponenti del gruppo che fa parte della maggioranza di centrosinistra in Comune a Lecco - In questo contesto i sindaci sono stati costretti ad intervenire per garantire ai propri cittadini il sacrosanto diritto ad essere vaccinati in tempi non biblici. Questa operazione costa in città circa 40.000 euro che la Regione si rifiuta di finanziare, bene ha fatto la nostra Amministrazione a decidere di procedere lo stesso, il diritto alla salute viene prima di tutto. Ma di questo, come di molto altro bisognerà chieder conto ai responsabili che hanno un nome e un cognome: Giunta regionale lombarda».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anghileri e Canali: «Vaccinare tutti e tutte, vaccinare subito»

LeccoToday è in caricamento