Domenica, 20 Giugno 2021
Politica Lungolario Isonzo

Elezioni 2015, Appello per Lecco presenta i suoi candidati

La lista civica, di supporto a Virginio Brivio, ha tolto i veli sulle proprie liste sulla piattaforma e in Piazza Affari, due "monumenti" del degrado cittadino

Due luoghi simbolo del degrado e la presentazione dei candidati attraverso cui continuare a costruire il futuro di Lecco: su questi due cardini è stata incentrato il lancio della campagna elettorale di Appello per Lecco, la lista civica a supporto di Virginio Brivio.

Ad aprire le danze è stato Corrado Valsecchi, portavoce: "Ci tengo a dare il via ricordando i 700 morti in mare della scorsa settimana, su cui sono piovuti commenti vergognosi da tante parti", commento cui è seguito un minuto di silenzio.
"Questa piattaforma - prosegue Valsecchi - rappresenta uno sperpero di soldi pubblici perpetrato da un'amministrazione precedente. Le risorse vanno usate bene quando ci sono, non per perseguire propri fini politici personali, come quello di proseguire la propria carriera in Parlamento. I debiti generati dalle vecchie amministrazioni hanno limitato il lavoro di Virginio Brivio, che è stato molto bravo nel risanarne una parte. Il nostro scopo è sempre lo stesso: fare azione civica attraverso la politica."

E' stato poi lo stesso sindaco Brivio a prendere la parola per un breve saluto: "Abbiamo fatto un bel pezzo di strada insieme e contiamo di proseguire su questa strada. La lista civica è stata rinnovata e migliorata nel corso di questi cinque anni e può aiutarci ad accelerare il cambiamento, già avviato, della nostra città. Lecco non va governata solo con i consigli comunali, ma anche coinvolgendo la gente."

La comitiva si è poi trasferita di fronte a Piazza Affari, "monumento - dice Valsecchi - di come per vent'anni si sia pensato solo a perseguire i propri interessi. Fortunatamente l'Impresa Carsana ci è venuta incontro e non ha presentato ricorso, altrimenti la prossima gru l'avremmo vista fra cinque anni."

Il commento finale è stato di Ivano Donato, assessore dell'attuale giunta ed entrato a far parte di Appello per Lecco: "Paghiamo due milioni all'anno per gli interessi passivi generati dalle passate amministrazioni, soldi che coincidono con quelli che abbiamo tagliato dall'ultimo bilancio in favore degli assessorati."

31 maggio: la sfida è aperta! (Ricordatevi di votare il nostro sondaggio, completamente anonimo).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2015, Appello per Lecco presenta i suoi candidati

LeccoToday è in caricamento