Forno inceneritore. Leidi (Lega) replica ad Ascolto Valmadrera: «Interesse elettorale. Perchè non fanno fronte comune?»

L'imprenditore valmadrerese, candidato sindaco del Carroccio per la poltrona di sindaco, risponde alla missiva fatta pervenire dalla lista civica capitanata da Guido Villa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Ieri è stato scritto «“No forno" porta dei vantaggi in campagna elettorale?». 

Rispondo: «“No forno” porta vantaggi alla comunità!».

Probabilmente non sono molto chiare la mia posizione e il mio personale pensiero.

Mi chiamo Alessandro Leidi e sono il candidato sindaco, indipendente, sceso in campo per stanchezza di situazioni e giochini che ritengo siano state mal gestite e, soprattutto, come garante per noi comuni contribuenti, che riteniamo sia necessario essere rappresentati da qualcuno che non abbia mai avuto a che fare con poltrone e poltroncine, che non abbia paura di affrontare partiti e poteri vari, che non abbia tornaconti economici e, soprattutto, con uno spirito di sacrificio per il lavoro quotidiano.

Io, da imprenditore lombardo, certi aspetti della politica non li capirò mai o, meglio, non li condividerò  mai. Mi sembra di capire che Nogara, da segretario provinciale della Lega, abbia da sempre lottato per lo spegnimento del forno, supportato dal suo allora responsabile agli enti locali Parolari (ed è impossibile non ricordarsi delle loro dichiarazioni in tempi non sospetti): è davvero possibile che faccia tutto questo per voti?

Chi vuole unirsi a questa battaglia non farebbe prima ad unirsi a noi, piuttosto che cercare di dimostrare di voler spegnere il forno "un po’ di più"? Io ho scelto di candidarmi alla carica di sindaco con obiettivi semplici, chiari e imprescindibili; ho scelto di affiancarmi alla Lega perché condivido gran parte del pensiero del partito e perché penso che, con il supporto di un movimento politico come la Lega, potremo fare e ottenere molte cose per Valmadrera. Perché lo stesso appoggio non lo hanno cercato costoro che sostengono di voler raggiungere lo stesso obbiettivo? Io trovo solo una spiegazione: interesse elettorale, altrimenti non ci sarebbe nessuna logica. Da comune contribuente ciò non mi interessa, poichè la priorità è il bene comune. Io e la mia squadra dobbiamo lavorare su un progetto preciso e negli interessi di tutti i valmadreresi.

La loro volontà, riguardo all’inceneritore, i cittadini di Valmadrera l’hanno espressa in modo forte e chiaro più volte ed è compito del sindaco e dell’Amministrazione che verrà eletta far rispettare questa volontà. Da parte mia ci saranno sempre massimo impegno, attenzione e dedizione e una garanzia ve la posso dare sin da ora: io da sindaco non cercherò lo scontro con chi sosterrà di pensarla come noi, con chi avrà progetti condivisi, ma cercherò di far fronte comune per un risultato comune. Non sono geloso, non mi interessa dire l’ho fatto io, MA m'importa il poter dire «l’abbiamo fatto tutti insieme per tutti NOI».

Alessandro Leidi
Candidato Sindaco di Valmadrera

«Forno inceneritore e teleriscaldamento: si alla chiarezza, no all'ambiguità» 

Torna su
LeccoToday è in caricamento