Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica Centro storico

“L'ex Deutsche è diventata una zavorra per il Comune. E nel bilancio è scomparso”

Cinzia Bettega, capogruppo della Lega, racconta le ultime vicissitudini viste dalla prospettiva della minoranza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Della nuova collocazione del Comune di Lecco nello stabile dell'ex Deutsche Bank in piazza Garibaldi nessuno, a Palazzo Bovara, ha più voglia di parlare. Il sindaco Gattinoni tiene un profilo basso, l’assessore Sacchi a 16 giorni dal deposito, avvenuto il 28 febbraio, della relazione della Commissione di Valutazione sul sopracitato immobile non ha letto una riga e sostiene che nessuno in giunta sappia nulla.

Dopo il lancio di fine ottobre della grande idea di avviare la ricerca di un edificio più prestigioso dell’ex sede del Politecnico di via Marco d’Oggiono, messo in vendita dall’oggi al domani con un bel contorno di agevolazioni come un cambio di destinazione d’uso e la possibilità di aumentare la volumetria, ecco che tutto tace.

Il dossier dell’operazione immobiliare del decennio da volano è diventato una zavorra, come diceva il primo cittadino ma invertendo i termini. Girano, tra gli schemi del bilancio di previsione 2022-2024, milioni di euro che transitano da un anno all’altro e da un’opera all’altra, ma il nuovo municipio, per il quale a novembre con un'apposita variazione di bilancio erano stati stanziati  11 milioni di euro, è scomparso.

Sono trascorsi cinque mesi, caratterizzati da un groviglio di pressapochismo, mezze bugie, manie di grandezza e tentativi di colpo di mano da parte della maggioranza. Per fortuna ci sono alcuni consiglieri di minoranza che si ribellano a questo letargo fuori stagione e chiedono. È un diritto-dovere, che esercito pure io, fare domanda di accesso agli atti, visto che sono stata eletta e rappresento una fetta di lecchesi.

In Comune ci sono ottimi dirigenti e funzionari, che non hanno perso tempo, e i documenti sono stati regolarmente redatti. Riportano analisi tecniche e numeriche, peraltro già diffuse in parte dai media. E meno male, perché altrimenti i cittadini sarebbero all’oscuro di tutto.

I due mesi di tempo (riporto una dichiarazione del sindaco Gattinoni dell’8 novembre scorso) richiesti per verificare se esiste un’alternativa all’operazione di trasferimento degli uffici nell’immobile dell'ex Politecnico, acquistato ormai quasi quattro anni fa, sono diventati cinque; gli oltre 7 milioni di fondi del Pnrr che si potevano avere per la ristrutturazione sono persi, perché lo Stato non dà soldi per un immobile che è stato messo in vendita; i progetti e i lavori di adeguamento previsti sono fermi dall’estate scorsa.

Il sindaco afferma che c’è un supplemento d’istruttoria che si sta svolgendo. Oltre alla famosa relazione trascurata dalla giunta per oltre 15 giorni, ci sono altri due atti regolarmente protocollati il 14 marzo, il 22 marzo e relativi al palazzo di piazza Garibaldi. Ne arriveranno altri? Quando? Chi ci sta lavorando?

Cinzia Bettega
Capogruppo consiliare Comune di Lecco
Lega Lombarda per Salvini premier

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“L'ex Deutsche è diventata una zavorra per il Comune. E nel bilancio è scomparso”
LeccoToday è in caricamento