Ballabio, Bilancio ok: «Maggiori risultati con meno tasse»

Il vicesindaco Bussola: «Vie rifatte, asfaltature, sentieri con meno tributi a carico dei cittadini»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Una lunga serie di interventi dell'Amministrazione comunale per rilanciare il paese e restituire fiducia ai cittadini: nel Bilancio consuntivo presentato durante l'ultima seduta del Consiglio comunale di Ballabio dal vicesindaco Giovanni Bruno Bussola è racchiuso lo sforzo dell'Amministrazione, a cominciare dalla non facile promessa, mantenuta per il terzo anno consecutivo, di non aumentare tasse e tariffe comunali.
Anzi, spiega Bussola, la pressione fiscale a Ballabio è stata persino diminuita. «Ritengo importante sottolineare che nel 2017 abbiamo abbassato le tasse. Si è finalmente risolto il problema di una tassazione iniqua per quanto concerne l'Imu sui terreni introducendo una nuova metodologia che considerasse le differenti caratteristiche e limitazioni di ciascun terreno anziché attribuire arbitrariamente l'importo di € 120/mq a tutti i terreni».

Senza tartassare i cittadini, tuttavia, il consuntivo 2017 attesta che anche nello scorso anno la giunta guidata dal sindaco Alessandra Consonni ha offerto al paese numerose realizzazioni. «Molto - spiega il vicesindaco e assessore al Bilancio - è stato fatto nonostante i tagli dello Stato, i lacci e lacciuoli e le complesse regole della contabilità pubblica. Cito la razionalizzazione dei due cimiteri, giunti al collasso e per i quali in passato non si era mai provveduto a risolvere i problemi di mancanza di spazio; il rifacimento della pavimentazione del refettorio nonché l'acquisto di nuove tende per le finestre della Scuola dell'Infanzia; l'installazione del sofisticato impianto di allarme alla scuola elementare in modo da mettere in sicurezza tutto l'edificio e non solo l'aula d'informatica, e la dotazione di impianto di allarme anche alla struttura del parco Due Mani; il rifacimento del tetto della sede della Protezione Civile di Ballabio; le asfaltature di numerose strade del paese e, sempre nel 2017, abbiamo terminato rifacimento e riqualificazione di alcune vie caratteristiche del centro storico di Ballabio (mi riferisco a via Stoppani e limitrofe); inoltre abbiamo provveduto finalmente a sanare una vergognosa situazione di irregolarità ereditata dal passato nell’accatastamento di alcuni edifici comunali, tra cui la stessa Villa municipale».

Tutelata la montagna

Tutti costi rilevanti che, tuttavia, non hanno impedito di investire sulla qualità della vita e sul rilancio del territorio. «A titolo di esempio - prosegue Bussola - vorrei considerare le nostre bellissime montagne, anche dal punto di vista delle ricadute turistiche, motivo per cui nel 2017 è proseguita la collaborazione con il Cai di Ballabio che, anche grazie al nostro contributo ha provveduto a sistemare il sentiero per Bongio. Opera che rientra proprio nella nostra idea di valorizzazione del territorio quale palestra naturale e che fa seguito alla realizzazione dell’Anello dei sentieri inaugurato anch'esso nell'autunno del 2017. Siamo stati tra i fautori del progetto denominato Valsassina La Valle dei Formaggi, che vede tra gli appuntamenti più importanti proprio la Fiera del Taleggio di Ballabio organizzata dalla nostra Proloco, con la quale anche quest'anno abbiamo rinnovato la convenzione in essere. E, a proposito di convenzioni, si è poi proceduto a rinnovare anche quella con Itb Barzio mediante la quale numerosi concittadini hanno potuto sciare ai Piani di Bobbio a prezzi fortemente scontati».

Convenzione con le madri canossiane

Sempre tra le convenzioni, spicca l'ambito scolastico. «A questo proposito - aggiunge il vice sindaco - nel 2017 abbiamo portato a termine un altro punto del nostro programma elettorale: quello di stipulare una convenzione con le madri canossiane. Si è così potuto da una parte dare loro una sorta di tranquillità in merito al contributo annuale erogato dal comune, dall'altra si è data certezza agli alunni ballabiesi ai quali è stato garantito il termine del percorso studi una volta iniziato».

Il tutto nei rispetto dei vincoli, anzi riuscendo addirittura a diminuire l'indebitamento preesistente e aumentare l'avanzo: «Si conferma infine - sottolinea - il trend virtuoso che vede la diminuzione dell'incidenza degli interessi passivi con una diminuzione della percentuale di indebitamento che è passata da valori del 4,45% del 2014 al 2,90% del 2017». E alla fine c'è una gradita sorpresa, frutto di una seria politica di recupero dei crediti: «Pur avendo abbassato la pressione fiscale - conclude l'assessore Bussola - abbiamo avuto un incremento del gettito di circa € 19.000. Questa è l'applicazione del principio più volte da noi enunciato: meno tasse ma pagate da tutti».

Torna su
LeccoToday è in caricamento