rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Politica Piazza Armando Diaz

Bonacina dimessa, Gattinoni incassa: “Non me l'aspettavo, ma la maggioranza tiene”

Il primo cittadino a LeccoToday: “Una decisione che fa chiarezza su delle scelte di partito”

Un fulmine a ciel sereno, anche per il sindaco Mauro Gattioni. Il primo cittadino ha ricevuto, nella mattinata di mercoledì 3 novembre, le dimissioni di Francesca Bonacina, totem dell'Amministrazione comunale, dal ruolo di Presidente del Consiglio comunale e, in allegato, da quello di consigliere di maggioranza puro. Un colpo forte che arriva in una fase sicuramente delicata, che offre diverse chiavi di lettura se affiancato alle voci insistenti sulla discussione interna al Partito Democratico, forza della quale Bonacina è al vertice da tanti anni. 

Dimissioni Bonacina: “Non sono in piena sintonia con l'Amministrazione. Serve meno fretta su scelte epocali”

“Non me l'aspettavo, ma...”

“Francesca mi ha comunicato questa mattina, di persona, la sua scelta - ci spiega il sindaco Mauro Gattinoni -. Abbiamo avuto un colloquio molto intenso in cui ha evidenziato, con grande passione, l'attaccamento avuto nei confronti della città per tutto questo tempo. Lei valuta che, al momento e forse un po' per il ruolo di responsabilità all'interno del Consiglio comunale, non se la sente di proseguire in questa esperienza; me l'ha comunicato con rammarico, io stesso non mi aspettavo questo tipo di uscita di scena, ovviamente abbiamo fatto delle considerazioni del tutto personali e nei prossimi giorni se ne darà una lettura politica. Posso dire che questo elemento fa chiarezza in alcune scelte di maggioranza, di partito, di coalizione che forse erano andate sottotraccia o non erano mai state esplicitate fino in fondo”.

Gattinoni aggiunge “un ringraziamento a livello personale e da parte di tutti i capigruppo, che nelle nostre chat stanno esprimendo un ringraziamento autentico per l'equilibrio sempre avuto, la caratura umana e il tatto personale avuto nelle scelte, come dimostrato anche ieri sera, fatte per il bene della città. Questo credo sia un bel messaggio, che resta”. Si pone un problema a livello di maggioranza? “Ci sono vari elementi che convergono in questa scelta, ma la tenuta della maggioranza non è in dubbio. Che ci sia un momento di ulteriore riflessione interna al Pd è altrettanto innegabile; io rispetto ruoli, metodi e persone che hanno la responsabilità di quel partito e troveranno loro la composizione. Mi assumo la responsabilità dei tempi di alcune scelte, purtroppo abbiamo delle tempistiche dovute ai bandi e al Pnrr che usciranno tra la fine dell'anno e l'inizio del 2022 che esigono rapidità; questo può apparire come un difetto di democrazia e di questo mi scuso, ma voglio sia chiara la finalità di raccogliere tutte le possibilità che si presenteranno”.

Non solo la discussione legata a via Marco d'Oggiono, quindi, ha portato a questa scelta forte? “Questo non mi sento di dirlo, ma forse questo ha segnato, come detto anche da Corrado Valsecchi, un elemento di discontinuità rispetto al passato - analizza Gattioni in chiusura -. Ci tengo a dier che abbiamo aperto un ipotesi e non è detto che ce ne andremo da lì: se non ci saranno le condizioni congrue, noi, con la massima trasparenza e onesta, rivaluteremo altre ipotesi. Non penso che questo passaggio abbia provocato la rottura, ma qui entreremmo in una riflessione ben più ampia”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonacina dimessa, Gattinoni incassa: “Non me l'aspettavo, ma la maggioranza tiene”

LeccoToday è in caricamento