Club House Rugby, Brivio sulle dimissioni di Gheza: "Confido nella buona fede, andremo avanti"

Il sindaco, attraverso una nota, ha detto la sua sulla questione che ha visto coinvolto in prima persona il dimissionario Assessore allo Sport Stefano Gheza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Nella giornata odierna, l’assessore alle Politiche Sportive del Comune di Lecco, Stefano Gheza  ha rassegnato le proprie dimissioni, rinunciando così al suo ruolo di amministratore pubblico. Una decisione non a cuor leggero, che permette però a Stefano Gheza di continuare ad occuparsi prioritariamente della squadra del Rugby Lecco, da lui presieduta, in un momento in cui atleti, allenatori, volontari e tifosi hanno più bisogno della sua guida. Confido nel fatto che l’assessore e la società abbiano agito in buona fede e che avranno modo di chiarire la loro posizione nelle opportune sedi. Accolgo quindi la sua decisione irrevocabile, ringraziandolo per il lavoro fin qui svolto insieme a me e al resto della Giunta e all’interno del Consiglio Comunale.

Confermo la bontà della scelta di aver voluto Stefano Gheza in squadra all’inizio di questo mio secondo mandato di sindaco della Città di Lecco: l’assessore ha sempre dimostrato conoscenza e competenza nel mondo sportivo, spirito di collaborazione e lealtà verso l’Amministrazione nel suo complesso, in un clima non sempre facile all’interno e all’esterno del Palazzo comunale. Certamente spiace lasciare un percorso a metà, soprattutto dopo aver superato le tante difficoltà affrontate riguardo al Centro sportivo Al Bione, che, nonostante i vari “gufi” è aperto, funzionante, in maggiori condizioni di sicurezza e, grazie all’ultimo bando aggiudicato per i prossimi due anni, con maggiori servizi offerti all’utenza. Caratteristiche queste che stanno suscitando la concreta attenzione e l’interesse degli operatori sportivi verso il progetto di finanza che consegnerà alla Città un centro nuovo e all’avanguardia. Passi avanti ne sono stati fatti e ancora ne faremo.

Tuttavia, le condizioni in cui abbiamo ereditato il Centro sportivo cittadino sono figlie di anni di trascuratezza e mancata presa di coscienza dei vari problemi che via via in questi anni abbiamo affrontato con serietà, sia dal punto di vista politico che tecnico. Questa Amministrazione, e lo stesso assessore Gheza, hanno il merito di aver preso in mano una situazione incrostata da decenni, che certo non può essere risolta con la bacchetta magica. La complessità del sito per sua natura e delle situazioni a dir poco ingarbugliate che sono venute alla luce, richiedono tempo, competenze e professionalità a più livelli.

Senza però perdere mai di vista l’obiettivo finale: dare alla nostra Città un centro sportivo degno delle tante associazioni e dei tantissimi sportivi cresciuti all’ombra del Resegone. Ma per arrivare a questo traguardo, non possiamo girarci dall’altra parte come ci chiedono – e hanno fatto - alcuni esponenti politici. Le regole ci sono, vanno rispettate e sono uguali per tutti. Ribadisco ancora una volta  la mia fiducia nell’operato del presidente del Rugby Lecco e confido nel fatto che la società bluceleste avrà modo di portare avanti tutte le azioni necessarie a garantire lo svolgimento delle proprie attività sportive e sociali, a cui va riconosciuto un grande valore. Ringraziando nuovamente l’assessore Stefano Gheza per il suo operato e per la sua lealtà nei confronti miei, della Giunta e della Comunità, comunico che assumo ad interim la delega alle Politiche Sportive del Comune di Lecco. 

Torna su
LeccoToday è in caricamento