Politica Piazza Armando Diaz, 1

Criticità dei trasporti, Brivio invoca un tavolo operativo fra le istituzioni

L'appello del sindaco agli esponenti politici e associativi di ogni livello: «Stilare agenda e cronoprogramma delle priorità per favorire collegamenti da Lecco a Milano e Bergamo»

«Il trasporto su ferro e gomma è inadeguato, sotto le sferzate del maltempo ha mostrato la sua inadeguatezza. Urge un tavolo istituzionale fra i territori».

Anche il sindaco di Lecco Virginio Brivio si unisce al corso di dissenso nei confronti del servizio pubblico, nelle ultime settimane divenuto ormai assordante con cancellazioni, ritardi, mancate informazioni che penalizzano sempre più imprenditori e pendolari.

«Vale la pena di distinguere le infrastrutture di interesse provinciale, regionale e nazionale dalla viabilità urbana - spiega il primo cittadino - Sul primo versante, anche nella veste di presidente dei sindaci Lombardi, abbiamo messo in campo una strategia che va oltre la legittima rivendicazione, per mettere a fuoco opere in fase avanzata di lavoro e altre che premono per trovare procedure e strumenti efficaci e rapidi. In città sono davvero molti i chilometri di strada ammodernati in questi anni e quasi sempre gli ingorghi, i blocchi sono legati al traffico e alla viabilità che ci "attraversa". Basta un tamponamento per scatenare un putiferio e francamente non possiamo trasformarci in una scuola guida per automobilisti e camionisti».

Trenord, revocato lo sciopero nazionale

Brivio lancia un appello a tutte le realtà istituzionali e associative per un appuntamento non più rinviabile: la creazione di un tavolo operativo per sbloccare la situazione. «Colgo l'invito di chi, Confindustria in prima fila, assai sensibile sulle questioni infrastrutturali sollecita una ripresa del tavolo tra esponenti politici impegnati nelle istituzioni ai vari livelli e di qualsiasi colore per stilare un'agenda e un cronoprogramma con le priorità in grado non tanto di tamponare l'emergenza, ma di individuare una strategia di interventi che favorisca i collegamenti da Lecco a Milano, a Bergamo». 

L'esempio c'è già. «Le aree lecchese, sondriese e comasca stanno trovando ragioni comuni per essere più forti e in grado di promuovere lo sviluppo e la crescita dei tre territori grazie a un potere contrattuale che, da isolati, mostra sempre più la corda».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criticità dei trasporti, Brivio invoca un tavolo operativo fra le istituzioni

LeccoToday è in caricamento