«La burocrazia che punisce i cittadini»: a Mandello i Cinque Stelle tornano all'attacco

Affondo dei pentastellati, che denunciano: «Gli ottantenni sono impossibilitati a fissare le visite specialistiche»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Trovarsi davanti una Signora ottantenne con gli occhi lucidi, quasi disperata, vittima della solita burocrazia, non ti fa stare bene. Vorremmo avere davanti a noi quei burocrati che ha deciso che tutti i pagamenti dovuti per le visite ambulatoriali devono essere fatti esclusivamente con carta di credito. Oggi nel poliambulatorio di Mandello, l'ennesima vittima, la povera donna è andata via disperata perché impossibilitata a fissare una visita specialistica, le stesse impiegate addette alla prenotazione, sembravano sconfortate, impotenti, tutto questo grazie a qualche COGLIONE, politico o burocrate che vive con la testa in qualche altro paese dove si è già stati educati da anni a fare uso della moneta elettronica.

L'ennesima angheria nei confronti dei più deboli, quasi fosse un piacere rendere la vita difficile a chi meriterebbe il contrario. Facciamo appello ai media locali affinché il problema giunga sul tavolo di chi ha preso questa scelta scellerata e non si rende conto che sta provocando disagi nei confronti dei cittadini più deboli. Noi vogliano una burocrazia moderna e efficace che tenga conto delle esigenze di tutti i cittadini.

Gli attivisti 5 Stelle

Aldo Gallo
Beppe Iovino
Flavio Angeli

Torna su
LeccoToday è in caricamento