Calolzio, Piazza e Nava: "La parola torni ai cittadini"

NCD/Area popolare stigmatizza lo stallo in cui versa il comune guidato dal centrosinistra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

«A Calolziocorte la parola deve tornare ai cittadini. Dopo mesi di stallo, senza una Giunta da settimane, il sindaco Valsecchi non può andare avanti oltre in una situazione del genere. Siamo al grottesco». Così il presidente provinciale del Nuovo centrodestra/Area popolare e consigliere regionale Mauro Piazza commenta il caso di Calolziocorte, alle prese da mesi con una crisi di governo che pare insanabile. «Ma è solo la punta dell'iceberg: questa Amministrazione comunale di centrosinistra non ha certo brillato o lasciato il segno».

«Come forza politica ben radicata nel nostro territorio non possiamo far passare sotto silenzio – come sta tentando di fare il centrosinistra lecchese - una situazione assurda, con Calolziocorte senza governo da ormai troppo tempo. Per rispetto verso le istituzioni e verso i cittadini calolziesi non vedo altra strada che tornare serenamente alle urne», prosegue Piazza.

«Il fatto che il sindaco detenga da settimane tutte le deleghe è quanto meno inusuale. – evidenzia il sottosegretario regionale Daniele Nava - Come Nuovo Centrodestra/Area popolare ci stiamo già attivando a livello locale per prepararci alle elezioni, unica strada per uscire dalla paralisi e restituire decoro a Calolziocorte. Vogliamo anche recuperare quel civismo che ha sostenuto Valsecchi, che merita attenzione e che è in ostaggio dei giochi del PD».

Torna su
LeccoToday è in caricamento