menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canile di Lecco, consegnate oltre 5000 firme contro la chiusura

Le associazioni animaliste Enpa, Lav, e Zampamica hanno comsegnato all'ufficio protocollo ieri mattina alle 1l. 15 oltre 5.000 firme a conclusione di una loro raccolta di adesioni da parte dei cittadini

"Signor Sindaco non chiuda il canile di via Rosmini". Le associazioni animaliste Enpa, Lav e Zampamica hanno consegnato
all'ufficio protocollo ieri mattina alle 11.15 oltre 5.000 firme a conclusione di una loro raccolta di adesioni da parte dei cittadini volte a non chiudere il canile che versa in precarie condizioni strutturali difficili e costose per una sua riqualificazione anche nell'aspetto sanitario che chiede l'Asl, dopo aver prorogato la sua decisione al giugno di 
quest'anno.

"La chiusura si potrebbe pensare - scrivono le associazioni - ad una strategia in due tempi: nell'immediato provvedere ad una manutenzione che possa permettere la prosecuzione dell'attività del canile (e in questo senso ENPA, LAV e ZAMPAMICA hanno proposto all'Amministrazione comunale di Lecco un piano di interventi essenziali
con il suggerimento di attivare anche una sinergia pubblico-privato) e, in prospettiva, realizzare un canile nuovo in area idonea, magari affiancato da un gattile, necessario per affrontare anche le emergenze legate al randagismo felino"
. Nel frattempo non sono iniziati i lavori per migliorare la qualità delle strutture del canile municipale. Ma
ovviamente i 100 cani ospitati non lo sanno ma continuano ad augurarsi nuove gabbie. Non sanno anche che ognuno di loro costa al Comune 2 mila
euro all'anno. L'annoso "patto di stabilità" pone un ulteriore problema all'amministrazione comunale. 

La difficoltà  del "patto" non permette la spesa di 50 mila euro già  stanzati per alcune migliorie al canile di via Rosmini. I lavori consentirebbero di riportare la struttura comunale nei parametri di legge. Una preoccupazione in più per l'assessore Armando Volontè e per il funzionario Flavio Polano. "Se i problemi alla struttura permangono ma in maniera contenuta, devo pubblicamente ringraziare i volontari - spiega l'assessore Armando Vololntè - perchè stanno facendo un lavoro egregio in condizioni non ottimali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

A lezione fino al 30, esami di maturità orali il 16 giugno e apertura in anticipo: cosa vogliono fare Draghi e Bianchi sulla scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento