Cittadinanza civica, Zaffarano (Mgp): "Regalo inutile e dannoso"

Il leader dei Giovani padani: "Si dia cittadinanza onoraria ai ragazzi che hanno ottenuto i massimi voti nel corso di studi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Lo scorso 20 novembre il vicesindaco di Lecco ha consegnato ad un nutrito gruppo di bambini figli di immigrati la cittadinanza civica presso il comune di Lecco, tutti figli di persone immigrate ma ancora oggi senza cittadinanza italiana.

Non condivido questi gesti puramente simbolici in quanto inutili e che non permettono ai bambini di capire cosa vuol dire ottenere la cittadinanza di un determinato paese. Il vicesindaco ha ricordato inoltre il percorso dello Ius soli in Parlamento, evidentemente quanto sta accadendo in questi giorni non è stato ancora compreso, la cittadinanza non la si regala ma la si merita dopo un percorso di vera integrazione, di apprendimento della lingua, della storia che ha contraddistinto il paese a cui si fa richiesta di diventare cittadini; aggiungo che nella nostra terra andrebbe insegnata la storia della Lombardia parte integrante della nostra cultura e che anche noi stessi lombardi dovremmo far più nostra e che andrebbe insegnata nelle scuole.

Come commissario provinciale dei giovani padani Lecchesi chiedo al Sindaco Brivio ed al vicesindaco Bonacina a nome di tutto il gruppo che rappresento di evitare questi eventi di fatto politicizzati e distorsivi ma di ricordarsi invece di tutti i giovani lecchesi, indipendentemente da religione sesso o provenienza, che grazie a sforzi ed a sacrifici hanno eccelso nello studio terminando il percorso di studi con il massimo dei voti donando loro la cittadinanza onoraria della città di Lecco, cosi da renderli orgogliosi della propria terra, far capire loro che le istituzioni sono vicine e che ciò è stato fatto viene riconosciuto. Spero vivamente che questa proposta venga presa in considerazione e che finalmente si capisca che la cittadinanza sia un valore e non un regalo politico elettorale.

Federico Zaffarano - Giovani padani Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento