menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Civate che vorrei", come si presenta la lista di Margherita Villarusso

"Il valore di una scelta lo misuri nel futuro", lo slogan della lista civica

La lista “CIVATE che Vorrei” unisce le forze di generazioni ed appartenenze diverse. E’ un gruppo motivato dalla presenza di giovani desiderosi di mettersi al servizio del paese, preparato in ambito sociale, politico e amministrativo perché ci sono professionisti di vario tipo, che operano nel settore gestionale e conoscono il territorio, la realtà del paese e il mondo del volontariato.

La novità, rappresentata dalla scelta “rosa” del candidato Sindaco, Margherita Villarusso in Vergani, esprime la concreta partecipazione ai problemi delle famiglie, delle donne che lavorano, dei bisogni del mondo giovanile, sportivo ed associativo di Civate. La sua efficienza, determinazione, trasparenza e schiettezza risaltano la figura di una donna capace di organizzare e di concretizzare i progetti in cui crede.

Tra le numerose proposte che abbiamo studiato e su cui vogliamo lavorare, segnaliamo questi ambiti:

- Il FUTURO del nostro Paese, che nella seconda metà del secolo scorso ha trovato il suo sviluppo economico nelle fabbriche, oggi deve costruirsi una nuova stagione di benessere, basato sulla valorizzazione del Patrimonio artistico, che è l'elemento di “unicità” di Civate nel Lecchese e nel Territorio Lombardo. Pensiamo al nostro paese come “capitale” del Romanico Lombardo, dove si possa realizzare un Centro studi d’arte e di storia medioevale, una Scuola delle arti e per l’economia sostenibile;

- La nostra attenzione verso I SERVIZI ALLA PERSONA ci ha portato a progettare un Fondo della comunità, finalizzato a combattere la disoccupazione e a favorire nuova occupazione, primo passo necessario alla formazione della dignità umana; a proporre, durante le vacanze estive, dei Campi di lavoro e di formazione per gli studenti e ad istituire uno Sportello Sociale che possa dare sostegno, aiuto e risposte ai bisogni primari delle persone più fragili e delle fasce più deboli della popolazione. Per gli anziani, vogliamo realizzare in centro paese appartamenti di residenzialità assistita e un centro diurno.

- L’AMBIENTE, IL TERRITORIO E LA SALUTE dei cittadini fanno parte delle priorità della lista Civate che vorrei. Intendiamo porre dei vincoli per la Salvaguardia del territorio montano (Cornizzolo, Monte Rai, Corno Birone) e favorirne un uso agro-silvo-pastorale, oltre che turistico ed escursionistico. L’espansione edilizia prevista nei prossimi anni deve dare spazio ai servizi di tipo artigianale e commerciale. Infine vogliamo incentivare il riuso di edifici e spazi vuoti o sottoutilizzati.

- LA TASSAZIONE comunale premierà le Aziende, gli Artigiani e i Commercianti che assumono persone disoccupate e prevederà una tassazione più leggera per le famiglie con redditi bassi, quelle maggiormente esposte alla crisi e quelle che vivono un disagio sociale.

Infine invitiamo tutta la popolazione sabato 10 maggio, a partire dalle ore 10, in piazza Garibaldi per conoscerci meglio!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento