menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il PD è il primo partito di Colico

Il PD è il primo partito di Colico

Colico, PD primo partito: gioia e responsabilità

Francesca Michieli: "Vogliamo una politica più verde: viviamo in un territorio meraviglioso e dobbiamo farci custodi di questa ricchezza"

Con le ultime elezioni amministrative, il PD è il primo partito di Colico.

"Queste elezioni sono un punto di partenza: la fiducia che ci ha dato l’elettorato per la scelta dei propri rappresentati in Europa deve essere ripagata portando avanti politiche concrete sul territorio: solo così si potrà far capire, anche a quella fetta di colichesi che non sono andati a votare, che l’Europa è davvero una risorsa e che noi siamo la scelta giusta. Sarà un percorso in salita ma abbiamo chiaro l'obiettivo da raggiungere". dichiara il nuovo segretario di circolo del PD di Colico, Francesca Michieli.

Il direttivo PD di Colico, rinnovato a fine 2013 nel corso del congresso che ha portato Renzi ad essere il nuovo segretario del PD, ha cercato di stabilire un’interazione maggiore con i cittadini attivando un sito internet, una pagina facebook e twitter ed un volantino di recente produzione che tratta gli argomenti più caldi della vita politica e amministrava del paese, volantino distribuito porta-a-porta e al mercato di Colico venerdì 23 con un camper targato PD: una casa mobile che sarà utilizzata anche in altre occasioni per ascoltare e interagire con i cittadini.

"Nel volantino si possono trovare alcune delle nostre priorità: l’importanza di investire sull’istruzione e sulla sua qualità, perché i nostri ragazzi meritano spazi più adeguati per una scuola che sia didatticamente viva e che permetta agli operatori del mondo dell’istruzione di lavorare in condizioni di avanguardia rispetto alle potenzialità che offre l’uso delle nuove tecnologie. Questa era e rimane la nostra speranza, realizzare una scuola che proponga una didattica moderna in spazi accoglienti nei quali, i nostri studenti, possano trascorrere serenamente e con impegno i primi significativi anni della loro formazione. Formazione che è uno dei mezzi fondamentali per uscire dalla crisi, purtroppo anche culturale, che ha investito il Paese. 

Crediamo inoltre sia importante per Colico dotarsi di un consultorio: uno spazio per la prevenzione, per l'educazione sessuale, per il sostegno alla maternità e alla famiglia.

Per avvicinare i ragazzi alla politica e al mondo dell'associazionismo è importante fornire spazi gratuiti per potersi trovare, confrontare, dialogare. Oggi serve più politica (a differenza di quanto vogliano farci credere) e l'unico modo per garantire il rinnovamento della classe dirigente è incentivare l'ingresso dei giovani, anche dando loro appositi spazi per discutere e disegnare il loro futuro insieme.

Con questo volantino abbiamo voluto sottolineare l’importanza di comunicare quello che accade nel nostro comune e che non può rimanere chiuso nei palazzi della politica. I consigli comunali on-line sono stati un segnale di trasparenza che abbiamo accolto con favore e che speriamo possano stimolare la partecipazione ai consigli stessi: critica, confronto e partecipazione sono elementi fondamentali per la crescita amministrativa e culturale del paese. 

Come Partito Democratico, vogliamo riuscire a fornire ai cittadini, con delle serate in corso di pianificazione, gli strumenti per comprendere come si governi un comune, cosa significhi per esempio rispettare il patto di stabilità, quali spese si possano sostenere e quali no, come si legga un bilancio, puntando ad ottenere, collaborando con l'amministrazione, la possibilità che i colichesi possano scegliere le priorità di utilizzo di parte delle risorse disponibili, attraverso lo strumento del bilancio partecipativo.

Vogliamo una politica più verde: viviamo in un territorio meraviglioso e dobbiamo farci custodi di questa ricchezza. Il recente rapporto della Coldiretti ha dimostrato come l’ecoturismo sia in crescita:" Per la prima volta nel 2013 l'incidenza di turisti stranieri ha raggiunto il 40,2% del totale nel turismo natura nei parchi, nelle oasi e nelle riserve (era il 38% l'anno precedente), e questo genera un incremento del giro d'affari, in quanto un turista straniero spende mediamente 100 euro al giorno a fronte dei 65 di un turista italiano".

Serve una politica mirata per il turismo che rappresenta una vera e propria risorsa per i nostri luoghi e per la loro peculiare identità: i turisti vengono da noi per il nostro lago, per le nostre montagne, per scoprire il nostro patrimonio culturale, artistico e enogastronomico. 

La provincia di Lecco nel 2012 ha avviato il progetto di promozione chiamato "le sei stelle del Lario" per il quale ha stimato un bacino di oltre 100.000 visitatori/anno. Delle sei stelle ben tre sono a qui a Colico (Due forti e l’Abbazia di Piona) senza considerare, come già detto, il turismo legato al lago e allo sport/escursionismo. Abbiamo la fortuna di vivere a pochi metri dalla riserva del pian di Spagna, abbiamo maneggi, agriturismi, una ciclabile che tutti ci invidiano. 

Dobbiamo puntare sul chilometro zero, sulle peculiarità agroalimentari della nostra zona con percorsi e feste che valorizzino i prodotti e i produttori locali ancora rimasti e che oggi più che mai (anche ma non solo per l'Expo) devono essere incentivati. C'è molto da fare ma abbiamo molto chiari gli obiettivi."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

A lezione fino al 30, esami di maturità orali il 16 giugno e apertura in anticipo: cosa vogliono fare Draghi e Bianchi sulla scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento