rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Querelle / Centro storico / Piazza Armando Diaz

Commissione sul bilancio: “Nessuno ha vietato la convocazione”. Valsecchi risponde

Roberto Nigriello, presidente del Consiglio comunale, ha replicato a Corrado Valsecchi

Il tema è caldo, il botta e risposta pure. I sette milioni abbondanti che mancano alla spesa corrente del Comune di Lecco, parlando del bilancio di previsione 2023, hanno generato la richiesta di convocazione della commissione di controllo e garanzia sull'importante documento: un tema che ha scatenato in particolare Corrado Valsecchi, capogruppo di Appello per Lecco che ha reso nota la conversazione avuta tra Emilio Minuzzo (Forza Italia - Lecco merita di più), presidente della sopracitata commissione, Roberto Nigriello (Partito Democratico), presidente del Consiglio comunale, e Mario Spoto, segretario generale di Palazzo Bovara.

“Un primo e deludente riscontro”, l'ha definito il già assessore in carica durante il Brivio II, ma la partita non si è chiusa così. Il dem ha proseguito lo scambio interno di e-mail con il civico, precisando di aver inviato il parere tecnico del segretario “come richiesto”, ma che nessuno ne ha vietato la convocazione in quanto il potere di convocazione è solo e soltanto del presidente di commissione Minuzzo.

“Commissione sul bilancio mai vietata”

“Fermo restando quanto previsto dall’art. 12 dello Statuto Comunale e dall’art. 22 del Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale, la competenza nel convocare la Commissione di Controllo e Garanzia spetta esclusivamente al Presidente della stessa e pertanto non è facoltà del Presidente del Consiglio la valutazione circa l’opportunità o meno di procedere con l’indizione della stessa - si legge più approfonditamente nel testo della missiva -. Sul punto, corre l’obbligo aggiungere che nella mail citata viene esclusivamente riportato il parere del Dirigente che segue i lavori della Commissione, nonché il Segretario Generale, e non una valutazione del Presidente del Consiglio circa la possibilità o meno di un’eventuale convocazione. A ogni modo, per soddisfare le richieste espresse, si rammenta che non solo gli Uffici e gli Assessori competenti sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento nel merito delle richieste avanzate, ma altresì vi è l’ulteriore possibilità di richiedere la convocazione delle Commissioni Consiliari 1,2,3,4,5. Si ribadisce, infine, la piena autonomia di convocazione da parte del Presidente Minuzzo della sopracitata Commissione”.

“Pronti a contestare il voto del Consiglio”

Missiva che ha "chiamato" la nuova replica di Valsecchi: “Evidentemente non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire. Io ho scritto a lei, al signor Segretario, oltre al Presidente Minuzzo proprio perché i vostri messaggi epistolari, che mi sono stati cortesemente girati dal consigliere Minuzzo, non mi hanno per nulla convinto. Siccome francamente non riesco a farmi capire e constato nuovamente avversione verso una legittima richiesta di convocazione della Commissione (della quale so perfettamente quali sono gli elementi di riservatezza e il fatto che io non ne faccia parte), vi chiedo un accesso agli atti integrale con la messa a disposizione di tutta la documentazione, le fatture, le delibere, le convenzioni, i patti bilaterali onerosi, accordi di qualsiasi genere e natura che hanno finalità economica in entrata e uscita per il bilancio comunale. Tutto questo per gli anni 2021 e 2022 per i necessari raffronti contabili”.

“Inoltre - prosegue Valsecchi - vi chiedo il dettaglio prospettico del bilancio preventivo corredato dei presupposti di spesa relativamente a tutti gli affitti, servizi e ogni voce o relazione che possa consentirmi di apprendere gli orientamenti finanziari del budget 2023. Forse così è più chiara la mia richiesta di convocazione di una commissione deputata a fare ciò che un singolo consigliere può, anche da solo, rivendicare. Sono costernato per questa vostra vocazione a vedere sempre dietro le richieste chissà quale complotto si stia per manifestare. Quindi fate un po' voi: o convocate la Commissione con un'analisi seria e dettagliata che possa identificare e confermare le cause di quello che io chiamo pre dissesto della spesa corrente, mantenendo le condizioni di legge imposte dalla Commissione, oppure mi preparate, con grande anticipo e prima del Consiglio comunale, quello che vi ho chiesto in qualità di consigliere comunale di opposizione. In caso contrario ricorreremo come Appello per Lecco in tutte le sedi per impedire o fare invalidare il voto del Consiglio comunale. E voi sapete che ne siamo capaci!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione sul bilancio: “Nessuno ha vietato la convocazione”. Valsecchi risponde

LeccoToday è in caricamento