menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvato il Dup in consiglio comunale, il Pd: "Ambizioso ma realistico"

Nel corso della seduta di ieri, 25 settembre, del consiglio comunale di Lecco, è stato approvato il Documento Unico di Programmazione 2018-2020. Tante le tematiche che vi sono affrontate e su cui è impegnata l’amministrazione. A cominciare dai Lavori Pubblici, come ha sottolineato il presidente della Commissione I Antonio Pattarini (PD). «In particolare voglio sottolineare il lavoro iniziato due anni fa con l’assessore Gaia Bolognini riguardo l’edificio di via Marco d’Oggiono che ospiterà gli uffici comunali. A questo proposito, la Giunta ha introdotto una nuova figura dirigenziale per seguire esclusivamente il settore Patrimonio» ha commentato Pattarini. «Altri punti importanti sono anche la scuola di via Ghislanzioni, il Tribunale e il Cereghini.

Per quanto riguarda il Teatro Sociale, sono stati messi a disposizione 300mila euro e sono già partite le pratiche per affidare l’incarico. Questo Dup è importante perché si colloca a metà del mandato. Nei primi due anni è stato seminato molto e negli ultimi due anni di legislatura dovremo portare in porto i progetti avviati». I servizi sociali, fiore all’occhiello di Lecco, trovano anch’essi ampio spazio nel Dup.

«Oltre ai servizi che già siamo abituati a vedere e che ben funzionano, vengono ora messi in campo innanzitutto la possibilità di rinnovare e inventare nuovi servizi in base alle esigenze che emergono dal territorio» ha aggiunto Clara Fusi (PD), presidente della Commissione III. «Grazie alla nostra sperimentazione, che ci è invidiata in tutta Italia, possiamo pensare a rinnovare l’affidamento dei servizi sociali grazie alla nuova società che deve essere individuata. Un’ulteriore spinta nel Dup è la creazione dell’agenzia della casa, che si occupa delle problematiche relative all’abitare ma anche dei bandi e della loro gestione. Per quanto riguarda i richiedenti asilo, il bando Sprar è in scadenza. L’obiettivo è di chiedere una proroga e di trovare un ente che gestisca in modo uniforme tutti gli Sprar presenti sul territorio».

«Per quanto riguarda il turismo, i dati sono confortanti per la nostra provincia» ha dichiarato Andrea Frigerio (PD), presidente della Commissione II. «Ma cosa dovrebbe fare un ente pubblico per promuovere il turismo? Deve promuovere azioni che sviluppino cultura turistica, cioè mentalità e convinzione che il turismo sia un’opportunità per la città e ciò si riscontra nel nostro Dup, con gli obiettivi strategici che ci siamo posti e che vanno nella direzione del turismo sostenibile e di qualità. Generare cultura turistica significa anche combattere la desertificazione commerciale del centro città, rendere le vie più sicure, potenziare i parcheggi, promuovere la mobilità dolce e combattere il degrado». «Molti obiettivi strategici del Dup riguardano la valorizzazione dei rioni» ha specificato invece la presidente della Commissione IV, Anna Niccolai.

«La nostra città ha vissuto una trasformazione nella sua fisionomia urbanistica e sociale, e i rioni non sono più quelli di una volta. Tuttavia, nel DUP è stato fatto un grosso lavoro legato al dimensionamento scolastico, con una ri-razionalizzazione dell’esistente per organizzare in modo più efficiente il mondo scolastico del nostro territorio.

Per evitare chiusure inaspettate delle scuole è stato predisposto uno strumento per l’analisi della popolazione scolastica. Anche la riorganizzazione dell’offerta teatrale, lo strumento del Bene Comune e l’Informagiovani sono tutti strumenti presenti nel Dup e che guardano alle zone meno centrali della città». Sul fronte urbanistica, la presidente della Commissione V Elena Villa (PD) ha sottolineato «il lavoro che si vuole fare sulla revisione del Pgt, con un confronto con la società civile in modo trasparente e trasversale.

Vorrei sottolineare anche il protocollo siglato sul trasferimento degli immobili in via Marco d’Oggiono, esempio di buona sinergia tra assessorati diversi per ottimizzare i risultati. Per quanto riguarda l’ostello, finalmente siamo riusciti, grazie alla sinergia tra assessorati e alla ricerca di accordo tra gli attori, ad avere un programma stabilito di ripresa e conclusione dei lavori, con la progettazione esecutiva entra la fine dell’anno. Per quanto riguarda l’ambiente, sottolineo tematiche di interesse per tutti: attenzione alle attività di Silea, mobilità dolce, zonizzazione acustica».

A chiudere il dibattito è Vittorio Gattari, capogruppo PD in consiglio comunale. «Il Dup non è il libro dei sogni, ma un documento amministrativo importante sotto due fronti: da un punto di vista politico delinea chiaramente quali sono gli obiettivi di questa amministrazione, ciò che si sta già facendo e che si intende fare; dal un punto di vista tecnico, insieme chiaramente al bilancio e al Piano Esecutivo di Gestione, fissa indicazioni concrete e operative alla struttura tecnica, affinché le parole diventino fatti e gli obiettivi diventino risultati».

«Questo è un DUP ambizioso ma realistico. E per questo il gruppo del PD ha votato convintamente a favore. Io penso che, leggendo questo DUP, la visione della città che ha questa amministrazione sia chiara» ha aggiunto Gattari. «Compito nostro, della politica, ma anche degli organi di informazione, è quello di non soffermarsi ai titoli, ma di farla conoscere. Perché io sono convinto essere una visione condivisa dalla maggioranza dei lecchesi. Noi le idee per la nostra città le abbiamo chiare e ci stiamo impegnando al massimo per realizzarle».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento