Elezioni 2020, Bonaccini per Gattinoni: «A Lecco una partita ancora tutta da giocare, la destra non se lo aspettava»

Il Presidente dell'Emilia-Romagna ha parlato del suo libro "La destra si può battere" e sostenuto la campagna elettorale del candidato della coalizione di centrosinistra

Mauro Gattinoni e, seduto, Stefano Bonaccini BONACINA/LECCOTODAY

Quella di giovedì 1 ottobre è stata la serata di Stefano Bonaccini a Lecco. Il Presidente della Regione Emilia-Romagna è stato ospite della coalizione di centrosinistra guidata da Mauro Gattinoni, candidato che nel fine settimana sfiderà Peppino Ciresa (centrodestra) al ballottaggio per eleggere il prossimo sindaco di Lecco. Il 53enne modenese ha presentato il suo libro "La destra si può battere" dal palco di piazza Garibaldi, dialogando con la giornalista Maria Teresa Santaguida e con quattro giovani della medesima coalizioone scelti per salire sulla "scena".

Qualche attimo prima Bonaccini si è soffermato su alcuni concetti: «Dai numeri, direi che la partita a Lecco è ancora aperta, mentre la destra si aspettava di vincere al primo turno. Mi sembra ci siano le condizioni per attrarre coloro che non hanno votato questi due protagonisti. Ciresa? Non essersi presentato al confronto tenutosi in Rai dimostra una debolezza clamorosa, perchè questo dimostri se non ti confronti con una comunità per la quale ti candidi a governare nei prossimi cinque anni. Se fossi un suo elettore, avrei forti dubbi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bonaccini fa un parallelismo con la sua vittoria alle Regionali: «Matteo Salvini, mio avversario reale, arrivava da nove vittorie su nove. Abbiamo vinto per tre motivi: eravamo "per" qualcosa e non "contro" qualcosa; perchè lui parlava di tutto meno che dell'Emilia-Romagna; perchè abbiamo avuto il coraggio di tornare a stare tra la gente, smettendo di chiuderci in bar e circoli, riempiendo le piazze lasciate al centrodestra. Possiamo vincere se abbiamo un'idea di società dove non diciamo che siamo i migliori. I governi populisti, invece, hanno bisogno del loro applauso quotidiano per sopravvivere. Mantova, con la vittoria di Mattia Palazzi al 70% abbondante, ha detto che il ballottaggio può ribaltare la situazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

  • Coronavirus, il punto: numero record di positivi nel Lecchese, 198

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento