Elezioni 2020, Bosisio punzecchia Gattinoni, Valsecchi e Ciresa: «In politica non si risponde alle domande?»

L'ex rappresentante sindacale della Leuci aveva sollevato due questioni ai quattro candidati, ma il solo Fumagalli ha risposto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Come ex lavoratore impegnato da anni in città avevo pubblicamente indirizzato alle forze/coalizioni politiche impegnate nella imminente campagna elettorale un esplicito doppio interrogativo, come peraltro riportati su alcuni media locali.

Quale futuro per la centralissima area Leuci e quali le intenzioni dei candidati rispetto alla delicatissima questione del teleriscaldamento? Questi erano i significativi temi evidenziati.

Certo è facile sottolineare sui programmi la grande disponibilità al confronto e all'interlocuzione rispetto alle istanze che vengono dal basso, ma un po' meno è poi rispettare questi impegni quando la pertinenza delle domande non consente di svicolare dal tradurre le altisonanti enunciazioni in alcuni esempi concreti.

Spiace per questo dover costatare che solo il candidato sindaco dei 5 Stelle abbia sentito la responsabilità e la coerenza di fornire le sue esplicite risposte in merito.

Altri, che non perdono occasione di definirsi molto sensibili alle questioni ambientali e alla visione “rigenerativa urbana”, non si sono sprecati (perlomeno sinora) nell'esprimere pubblicamente il loro punto di vista trincerandosi dietro o ad un eloquente silenzio (e poco più) o un appello a “volare alti” non facendosi risucchiare da “punzecchiature al vetriolo o richiami a temi di ribalta nazionale”.

Come se la questione localissima del teleriscaldamento (e annesso Inceneritore) o le sorti di un'area non solo molto ampia e centralissima ma anche paradigmatica per le sue implicazioni socio-economiche ( più sotto, tra i tanti, 2 vecchi e ormai datati link relativi alle due questioni ), non siano determinanti per consentire ai cittadini elettori di comprendere nel concreto di quali “visioni” si sia portatori. Questioni peraltro non richiamate esplicitamente nei rispettivi programmi e nelle dichiarazioni pubbliche.

Spero che questa mia ulteriore richiesta non sia liquidata come “presunzione” di un non residente ma sia invece correttamente compresa come una dimostrazione d'interesse su tematiche  caratterizzate anche da evidenti implicazioni territoriali e pure portatrici di valenze “politico/amministrative” più generali, vista la mal celata ambizione della città capoluogo di rappresentare, nel bene e nel male, un riferimento per l'intera provincia.

Come spero che i candidati sinora silenti non appartengano a quella categoria di cinofili che amano “menar il can per l'aia ….”

Germano Bosisio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento