Elezioni 2020, Fumagalli (M5S): «Chiedo l'istituzione di una Commissione Cave Comunale»

Il candidato dei pentastellati ribadisce la contrarietà al Piano Cave Provinciale attualmente vigente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Negli ultimi giorni si è accesa una discussione sul Piano Cave di Lecco: il candidato sindaco Silvio Fumagalli chiede l'istituzione di una Commissione Cave Comunale che in questi anni non è mai stata attivata nemmeno a livello provinciale.

Già nel 2013, il MoVimento 5 Stelle aveva espresso contrarietà al Piano Cave Provinciale attualmente vigente: gli amministratori lecchesi avevano preferito venire incontro alle esigenze delle aziende cavatrici ignorando il parere di una larga fetta della cittadinanza preoccupata per gli ingenti danni ambientali causati dalle attività estrattive, presentando addirittura fuori tempo massimo le proprie osservazioni.

Chiediamo oggi l'istituzione di una Commissione Cave Comunale dedicata agli ambiti estrattivi lecchesi, dichiara Silvio Fumagalli, candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle a Lecco.

Tra i compiti della Commissione Cave Comunale, ci dovrà essere quello di vigilare sugli ambiti estrattivi lecchesi dismessi e attivi, verificando il mantenimento degli impegni assunti in materia di recupero e di ripristino ambientale ma anche quello di analizzare gli equilibri idrogeologici pr ofondamente mutati nel corso degli ultimi decenni.

L'attivazione della Commissione è fondamentale perché tra i suoi doveri rientrerà il controllo del rigoroso rispetto dei confini e degli spazi assegnati, assicurando che l'attività di cavazione e del movimento dei materiali non pregiudichi la qualità della vita dei residenti delle aree limitrofe e non danneggi l'ambiente circostante.

Quando il Piano Cave vigente giungerà a scadenza, è nostra intenzione chiedere la cessazione definitiva delle attività estrattive e garantire l'impegno del Comune a far svolgere attività esclusivamente volte al ripristino dell'ambiente deturpato dalle cave. In ogni caso, proporremo nelle sedi competenti la revisione al rialzo degli oneri di cavazione.

La tutela delle nostre montagne non resti una foto o uno slogan sui manifesti elettorali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento