"Nuovo slancio per Ballabio", presentazione al parco: «Bilancio positivo della giunta del fare. Ora si riparte»

Il candidato sindaco Giovanni Bruno Bussola e il suo team hanno incontrato i cittadini al "Grignetta" illustrando i punti programmatici

Una foto del parco Grignetta durante la presentazione della lista. Sotto, il candidato sindaco Bussola.

Un centinaio di persone, tre sindaci (tra cui l'attuale primo cittadino di Ballabio), un consigliere provinciale e due dirigenti provinciali del centrodestra hanno preso parte alla presentazione della lista di Nuovo Slancio per Ballabio, svoltasi al Parco Grignetta. Il candidato sindaco Giovanni Bruno Bussola, vicesindaco e assessore al Bilancio, si è presentato come "cerniera" tra i risultati conseguiti dalla "giunta del fare" guidata da Alessandra Consonni e le nuove aspirazioni illustrate nel nuovo programma della lista civica di centrodestra che il 20 settembre e 21 settembre correrà contro la formazione "Ballabio Futura" che candida Manuela Deon alla carica di primo cittadino.

A sostegno della candidatura di Bussola sono intervenuti il sindaco di Lierna Silvano Stefanoni, quello di Casargo Antonio Pasquini, il consigliere provinciale e assessore a Ballabio Stefano Simonetti, il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Fabio Mastroberardino e il commissario provinciale della Lega Stefano Parolari. Nel riconoscere e rivendicare i frutti - citate oltre una trentina di opere pubbliche ed importanti realizzazioni - dell'impegno profuso dall'attuale amministrazione, Bussola ha sottolineato che la spinta di rinnovamento e concretezza portata da Nuovo Slancio al paese non deve arrestarsi, anzi ripartire con il prossimo mandato. «Dobbiamo continuare a non pensare di essere arrivati, bensì di essere a un punto di partenza - ha detto il candidato sindaco - e sono convinto di poter far bene grazie ad una squadra di primo livello, composta da persone capaci».

A suo sostegno anche il primo cittadino uscente.  «Avremmo perso tempo - ha detto Consonni - se non avessimo ottenuto risultati in due ambiti fondamentali. Parlo dell'amore per la nostra gente e dell'amore per la nostra terra. In termini amministrativi: Sociale e Ambiente. E guardando a questi anni, sono orgogliosa di quello che Ballabio ha ottenuto. Nel Sociale, rispetto al 2015, l'Amministrazione ha aumentato l'investimento di circa il 50%, con una spesa che si aggira sui 470.000 euro. Anche sull'Ambiente parlano le cifre con l'Osservatorio Provinciale Rifiuti che ha attestato il grande balzo di Ballabio dal 29° al 13° posto (sulla novantina dei Comuni lecchesi) nella classifica dei Comuni "ricicloni", cioè con le migliori percentuali di raccolta differenziata: oggi siamo al 77,3%. Positivi, poi, i risultati anche negli altri settori, in particolare quello della sicurezza dove - ha aggiunto Consonni - è stato possibile ripristinare il servizio di Polizia locale esterno e scolastico, centrare l'obiettivo di garantire per periodi significativi l'apporto di tre operatori negato dalla precedente Amministrazione che aveva ridotto l'organico dell'ufficio a 2 addetti, allacciare con altri Comuni sinergie e collaborazioni operative caldeggiate dalla Prefettura, dotare il paese di un sistema di nuove telecamere (una decina) di ultima generazione».

Dalla sicurezza ai nuovi parcheggi, le proposte

Infine la presentazione dei candidati, ciascuno dei quali ha esposto i punti qualificanti del programma: la promessa «mantenuta da questa amministrazione» di garantire per il quinquennio nessun incremento di tasse e tariffe comunali ora viene finalizzata alla progressiva riduzione della pressione fiscale sui cittadini; l'acquisizione di nuovi strumenti tecnologici per una ancor migliore pulizia e decoro del paese; il doposcuola per tutti i bambini di Ballabio; la ridefinizione di piazza San  Lorenzo per farne un centro più vivibile, vero cuore del paese; l'individuazione di nuovi parcheggi a Ballabio superiore; il completamento del Centro di raccolta differenziata con le soluzioni più moderne ed efficienti oggi a disposizione; la costituzione della Consulta delle Associazioni; il servizio trasporto urbano gratuito per collegare parte superiore ed inferiore del paese; il discobus per organizzare spostamenti di ragazzi in discoteca scongiurando le cosiddette stragi del sabato sera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I partecipanti si sono quindi salutati con un brindisi alla Baita Grignetta che il programma destina a luogo sicuro d'incontro per i giovani, sulla base di precise modalità di accesso, oltre a confermarne  l'utilizzo per le feste famigliari e gli incontri delle associazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Nuovo Dpcm: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, il punto: oltre cento tamponi positivi, nel Lecchese superata quota quattromila. "Manzoni": tre posti liberi nei reparti

  • Postavano sui social video girati a Lecco con pistole e maceti, blitz della Polizia contro la "Baby Gang"

  • Coronavirus, il punto: oggi 96 nuovi casi nel Lecchese, oltre 35.000 tamponi in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento