Elezioni Lecco 2020: le reazioni di Zamperini, Salvini, Grimoldi e Comazzi dopo la sconfitta

Il prossimo consigliere comunale sul riconteggio: «In alcune sezioni non sarebbero stati fatti votare i pazienti allettati»

Peppino Ciresa, candidato del centrodestra BONACINA/LECCOTODAY

A Lecco, dove il centrosinistra si è riconfermato al ballottaggio per soli 31 voti, lo sconfitto Peppino Ciresa è pronto a chiedere il riconteggio dei voti. Il candidato della coalizione di centrodestra, i capolista che l'hanno sostenuto e le parole del dirigente regionale di Fratelli d'Italia Giacomo Zamperini, secondo consigliere comunale più votato in città dopo Antonio Rossi, portano verso questo prossimo passo

Zamperini: «Riconteggiamo le schede»

«Se ci sono state schede contestate o procedure dubbie, è bene che si facciano le giuste verifiche. Di ufficiale ancora non c'è nulla, ma si va verso la richiesta di riconteggio delle schede da parte di Ciresa. Gli avvocati e il suo staff decideranno poi per un eventuale ricorso», ha commentato Zamperini alla "Dire". Secondo il futuro consigliere sarebbero arrivate delle segnalazioni «da seggi speciali, come le case di riposo o gli ospedali - spiega - dove sembra che i pazienti allettati non abbiano potuto votare». In caso di conferma della vittoria di Gattinoni, per il centrodestra sarebbe una beffa, «ma lo sarebbe di più per i cittadini. Al primo turno Ciresa ha preso 11.800 voti contro i 10.096 del suo avversario. Penso sia un controsenso che il ballottaggio affidi la città a un candidato che ha preso così tanti voti in meno rispetto a un altro - continua Zamperini -. Un sistema elettorale «che è vecchio di 50 anni. Proporrò a Giorgia Meloni e al mio partito di pensare a un ammodernamento dei metodi di voto. Serve un sistema elettorale che sia al passo con i tempi. Se saremo chiamati a fare opposizione, la faremo in modo responsabile. La città è divisa a metà e sarà difficile ricompattarla», ha concluso.

Lecco 2 giugno 2020 Flash mob lega20 Giacomo Zamperini

Salvini: «Dispiace per la sconfitta»

«Felici per le riconferme, dispiaciuti per le sconfitte (brucia in particolare quella di Lecco per soli 31 voti) entusiasti per le prime storiche vittorie in città che la Lega non ha mai amministrato, da Taurianova (Reggio Calabria) a Senigallia (Ancona), da Venaria Reale (Torino) ad Anguillara Sabazia (Roma), da Ariccia (Roma) a Riva del Garda (Trento)». Lo ha fatto sapere il leader della Lega, Matteo Salvini. «In Veneto il trionfo di due settimane fa si chiude alla grande con le vittorie nei due comuni al voto, Castelfranco e Portogruaro».

lega piazza garibaldi lecco elezioni lecco 21 agosto 2020 matteo salvini14-2

Grimoldi: «Penalizzati da maltempo e Covid»

«Dispiace aver perso a Lecco e Legnano, dove due settimane fa i cittadini avevano premiato i nostri candidati con margini ampi sugli sfidanti -, ha commentato a caldo Paolo Grimoldi, segretario della Lega lombarda. Rammarico dunque, «ma purtroppo queste sono le regole del doppio turno», in una domenica «in cui l'aumento dei contagi a livello nazionale e il maltempo nella Regione hanno scoraggiato l'affluenza elettorale», sottolinea Grimoldi. Una sconfitta, quella di Lecco, che fa ancora più male per il centrodestra. Dopo il vantaggio di 1.704 voti, racimolato al primo turno da Peppino Ciresa, il candidato del centrosinistra Mauro Gattinoni si è imposto sul fil di lana.

«Ma anche a Legnano - continua il segretario - abbiamo perso nonostante avessimo 2.740 voti in più due settimane fa. Faremmo un torto all'intelligenza dei lecchesi o dei legnanesi pensando che in due settimane tutte queste migliaia di persone abbiano davvero cambiato idea. Semplicemente non sono andate a votare». Grimoldi poi, risponde subito al Pd, che tramite le parole del segretario regionale Vinicio Peluffo aveva parlato di una «Lombardia più contendibile», prefigurando una futura vittoria del centrosinistra: «Vorrei fargli notare che hanno semplicemente riconquistato un capoluogo che già amministravano da dieci anni, ma hanno perso in città importanti come Voghera. Lascino stare la Regione...», ha concluso.

lega piazza garibaldi lecco elezioni lecco 21 agosto 202029 paolo grimoldi-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comazzi: «Ha pesato la scarsa affluenza»

«Purtroppo l'esito dei ballottaggi a Lecco, dove il candidato del centrodestra ha mancato la vittoria per soli 31 voti, e nei Comuni dell'hinterland milanese, la scarsa affluenza ha giocato a sfavore dei nostri candidati». Lo ha affermato Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale della Lombardia, dopo l'esito dei ballottaggi per le comunali in Lombardia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Covid-19, nuova ordinanza regionale: nuove regole per bar e ristoranti, "stop" alle competizioni dilettantistiche da contatto

  • Il governatore Fontana firma l'ordinanza: stop a movida e allo sport dilettantistico

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Auto sfonda il guard rail e precipita da uno dei tornanti della vecchia Lecco-Ballabio

  • Covid-19: tamponi in ospedale, code fuori dalla hall e attesa fino a più di due ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento