Salvini a Lecco, Pietro Regazzoni (GD): «Il “volto moderato” di Ciresa è ormai caduto»

Il Segretario dei Giovani Democratici Città di Lecco: «Si è gridato contro Conte, puntato il dito contro gli “immigrati clandestini” e dipinto il lungolago di Lecco come bivacco di “ubriachi, sfigati e tossici”, dando evidente segno che di Lecco il Senatore Salvini non ha la minima conoscenza»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Il “volto moderato” di Ciresa è ormai caduto: ieri sera, da quel palco di piazza Garibaldi, è stato chiaro a tutti.

La Lega di Lecco e il suo candidato Ciresa hanno perso una preziosa occasione per spiegare ai lecchesi il loro programma e la loro visione della città (?) lasciando spazio a un Salvini show che di moderato ha avuto veramente poco. Si è gridato contro Conte, puntato il dito contro gli “immigrati clandestini” e dipinto il lungolago di Lecco come bivacco di “ubriachi, sfigati e tossici”, dando evidente segno che di Lecco il Senatore Salvini non ha la minima conoscenza. Accanto a lui, silente per la maggior parte del tempo, un compiaciuto Ciresa.

Questo è ciò che la Lega e Ciresa hanno da offrire per il futuro della nostra città: livore verso il prossimo e vuoto di contenuti. Dal centrodestra hanno ragione, Lecco merita davvero di più… di questo spettacolo degradante. Anche per questo, #CambiamoPasso.

Pietro Regazzoni
Segretario GD Città di Lecco

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento