Salvini a Lecco, Pietro Regazzoni (GD): «Il “volto moderato” di Ciresa è ormai caduto»

Il Segretario dei Giovani Democratici Città di Lecco: «Si è gridato contro Conte, puntato il dito contro gli “immigrati clandestini” e dipinto il lungolago di Lecco come bivacco di “ubriachi, sfigati e tossici”, dando evidente segno che di Lecco il Senatore Salvini non ha la minima conoscenza»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Il “volto moderato” di Ciresa è ormai caduto: ieri sera, da quel palco di piazza Garibaldi, è stato chiaro a tutti.

La Lega di Lecco e il suo candidato Ciresa hanno perso una preziosa occasione per spiegare ai lecchesi il loro programma e la loro visione della città (?) lasciando spazio a un Salvini show che di moderato ha avuto veramente poco. Si è gridato contro Conte, puntato il dito contro gli “immigrati clandestini” e dipinto il lungolago di Lecco come bivacco di “ubriachi, sfigati e tossici”, dando evidente segno che di Lecco il Senatore Salvini non ha la minima conoscenza. Accanto a lui, silente per la maggior parte del tempo, un compiaciuto Ciresa.

Questo è ciò che la Lega e Ciresa hanno da offrire per il futuro della nostra città: livore verso il prossimo e vuoto di contenuti. Dal centrodestra hanno ragione, Lecco merita davvero di più… di questo spettacolo degradante. Anche per questo, #CambiamoPasso.

Pietro Regazzoni
Segretario GD Città di Lecco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento