Elezioni regionali 2018

Elezioni Politiche a Lecco. Vince il centrodestra, eletti i tre candidati all'uninominale

Alle ore 23 di domenica 4 marzo si sono chiuse le consultazioni per eleggere il nuovo Parlamento e il nuovo Consiglio regionale della Lombardia

Si è chiusa alle ore 23 di domenica 4 marzo la possibilità di votare per eleggere il Parlamento e il consiglio di Regione Lombardia. I lecchesi sono stati chiamati a dare la propria preferenza nel corso del lungo election day.

Alle 14 è iniziato lo spoglio della votazione effettuata per quanto riguarda le elezioni Regionali. E' alta l'attesa per i primi risultati ufficiali: gli exit pool danno Attilio Fontana (centrodestra) in netto vantaggio su Giorgio Cori (centrosinistra).

Butti, Faggi e Lupi: un successo netto

Dati definitivi: PD primo partito a Lecco e Merate, Lega forte ovunque

Per la Camera dei Deputati, nel Collegio 8 Lecco, scrutinate tutte le 224 sezioni: all'uninominale il candidato appoggiato dal centrodestra Alessio Butti ha ottenuto il 50,03%, Veronica Tentori (centrosinistra) il 24,74% e Costantino Anghileri (M5S) il 18,75%.

La Lega Nord, alla Camera, si conferma primo partito con il 33,53%, il Pd è secondo con il 21,17% e il Movimento 5 Stelle terzo con 18,45%.

Nel Collegio 07 (Merate) il candidato di centrodestra Maurizio Lupi ha il 52,26% con 144 sezioni su 199 scrutinate. Adele Gatti del centrosinistra 23,69%, Angelo Baiguini (M5S) 17,97%. Primo partito la Lega con il 33,7%.

Elezioni 2018: i risultati per il Senato

Per quanto riguarda il Senato - scrutinate le 423 sezioni - Antonella Faggi appoggiata dal centrodestra trionfa col 51,46% all'uninominale, mentre Cristina Bartesaghi (centrosinistra) si ferma al 24,34% e Manuela Ratti (M5S) al 19%. 

Guardando al dettaglio, la Lega Nord si è confermato essere il primo partito della Provincia (33,34%, secondo a Lecco), trainando la coalizione composta da Forza Italia (13,28%), Fratelli d'Italia (4,09%) e (1,05%). Centrosinistra a picco, come del resto successo su scala nazionale: il dato provinciale del Partito Democratico è basso (20,91%) e “forte” solo a Lecco (26,15%, primo partito cittadino) e Merate.

Elezioni 2018: i risultati alla Camera dei Deputati

Per il M5S un exploit nazionale

A livello nazionale, il Movimento 5 Stelle è andato incontro a un exploit senza precedenti negli ultimi anni. Aggiornamento delle 12.30. Il Movimento 5 Stelle a livello nazionale, quando mancano poche sezioni da scrutinare, ha il 32,52% alla Camera. Il Pd 18,8%, la Lega il 17,6% e Forza Italia il 14,03%. Al Senato il M5S "scende" al 31,95%, il Pd è al 19,2%, la Lega al 17,79%, Forza Italia al 14,46%.

Resta da attendere l'attribuzione dei seggi uninominali, operazione che sicuramente si protrarrà sino alla serata di lunedì. 

L'andamento è chiaro e conferma i dubbi della vigilia del voto: difficile ipotizzare una maggioranza, fondamentali saranno le consultazioni dal presidente della Repubblica.

Il primo exit pool sulle Regionali mette Attilio Fontana (centrodestra, 38-42%) davanti a Giorgio Gori (centrosinistra, 31-35%); decisamente staccati Dario Violi (M5S, 17-21%) e Onorio Rosati (2-4%). Lo spoglio comincerà oggi alle ore 14.

Elezioni 2018: la guida al voto

La percentuale di votanti in provincia di Lecco è stata molto alta. Per la Camera il 78,76%, praticamente simile a quella del 2013 quando votò il 79,6% degli aventi diritto. Per il Senato il 78,93% (nel 2013 il 79,51%). Alle Regionali ha votato il 75,65%.

Poco dopo mezzogiorno di domenica, l'affluenza alle urne in Provincia di Lecco si attestava al 22% (21,33% nel capoluogo); per le Regionali, il dato provinciale si fissava intorno al 21,20% (86 comuni su 86, 57.889 su 272.969 elettori, 19,92% su scala regionale). I data forniti da Eligendo, portale realizzato a cura della direzione centrale dei Servizi elettorali del ministero, alle ore 19 fissavano l'affluenza lecchese a quota 64,12% (62,49% nel capoluogo) per quanto riguarda le Politiche e a 61,67% (59,68% nella sola Lecco) per le elezioni Regionali.

Nel 2013 votò per le Politiche il 79,60% degli aventi diritto in Provincia di Lecco (208.042 votanti su 261.350 elettori). Allora, però, le consultazioni vennero divise tra domenica e lunedì, a differenza di quanto accaduto questa volta.

Durante la giornata, fuori da gran parte dei seggi si sono composte delle lunghe code, determinate soprattutto dal fatto che la procedura di votazione prevedeva la rimozione del tagliando antifrode, novità introdotta per questa tornata.

Elezioni 2018: i candidati lecchesi alle Regionali

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Politiche a Lecco. Vince il centrodestra, eletti i tre candidati all'uninominale

LeccoToday è in caricamento