Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica Via Roma

Valmadrera, la Lega risponde: «Chi vuole il cambiamento deve votare per noi»

Dopo l'ufficializzazione della candidatura dell'ex sendatore Rusconi per "Progetto Valmadrera", il Carroccio chiama a raccolta i suoi sostenitori: «Cittadino e ascolto al centro del nostro pensiero»

Flavio Nogara, della Lega

«Elezioni amministrative di Valmadrera: sarà un referendum tra chi condivide la politica di questi anni del Partito Democratico di Antonio Rusconi e chi, al contrario, non ne può più e vuole che Valmadrera cambi rotta». Esordisce così Flavio Nogara, uno dei massimi esponenti della Lega lecchese, in risposta alla decisione di "Progetto Valmadrera" di candidare il già sindaco ed ex senatore di centrosinistra. «Sarà un referendum tra chi vuole che il forno inceneritore continui a vivere con il teleriscaldamento e chi il forno lo vuole spegnere; tra chi ha sempre comandato senza ascoltare nessuno e chi al contrario vuole mettere al centro l’ascolto e il cittadino. Ebbene chi vuole un nuovo modo di amministrare Valmadrera dovrà votare con convinzione Lega», prosegue Nogara.

Manovra ed elezioni: la Lega lancia il guanto di sfida anche a Valmadrera

«Condividete le vostre idee con noi»

L'ex segretario provinciale del Carroccio apre a una raccolta d'idee: «Ora partirà una fase dove chiederemo a chiunque voglia lavorare con noi di contattarci, perché comprendo che in questi anni chi governava Valmadrera comandava, ma per noi la politica è al contrario veramente condivisione, partecipazione e poi sintesi, dopo aver ascoltato tutti. Tantissimi ci stanno scrivendo, ma ora dobbiamo capire se di questi qualcuno vorrebbe impegnarsi in prima persona, non vogliamo escludere nessuno e negare a nessuno la possibilità di far parte della nostra squadra. Questo il nostro indirizzo mail per chi non volesse contattarci tramite Facebook: legavalmadrera@gmail.com. Per chi volesse anche solo esprimere un’idea, un sogno».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmadrera, la Lega risponde: «Chi vuole il cambiamento deve votare per noi»

LeccoToday è in caricamento