Lecco, Andreotti (Ncd): "In un mese di opere pubbliche Brivio ha dimenticato la "spiaggia" di Via Carlo Porta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Succede che, quando ti occupi del decoro città giusto nel mese di campagna elettorale, qualcosa ti sfugga.

Succede che, intanto che rifai la segnaletica orizzontale di mezza città e asfalti le buche dell'altra, ti scordi di Via Carlo Porta.

Capita che ti scordi della "spiaggia" che da mesi occupa la parte pedonale della via o il totale degrado che si osserva sotto il ponte della ferrovia: sperate che nessuno scarichi dal treno mentre state passando sotto i binari perché già dall'olezzo che si respira passeggiando non deve essere una bella sorpresa.

Mi permetto di segnalare la situazione al Sindaco Brivio, magari nei prossimi tre giorni che ci separano dal voto troveremo anche questa situazione risanata.

Meno lavoro per chi verrà dopo di lui.

Mi rivolgo ai lecchesi: la nostra città ha enormi potenzialità di turismo e di rilancio, a partire dalle proposte avanzate sulla cultura e i cinema in questi giorni da Les Cultures o pensando a rivalorizzare i Piani d'Erna attraverso il downhill, giusto per aggiungerne alcune alle più note; ma per farlo abbiamo bisogno che anzitutto si possa vivere in una città decorosa e governata con il buon senso che in cinque anni invece è stato sostituito da regolamenti e impedimenti per chiunque avesse la voglia e l'entusiasmo di costruire qualcosa di nuovo in città.

L'aria sta cambiando. E le spiagge verranno riportate sul lago e non in via Carlo Porta.

Alberto Andreotti (Ncd)

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento