rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
La squadra / Pescarenico / Corso Carlo Alberto

Fragomeli, Piazza, Radaelli e Fiandaca: il Pd ha scelto i candidati alle regionali

L'attuale vicesindaco di Lecco e l'ex parlamentare sono i nomi nomi, completano la squadra il segretario dei Giovani Democratici e l'assessora all'urbanistica a Verderio

Il Partito Democratico di Lecco ha presentato ufficialmente i quattro candidati in lizza per le elezioni regionali del 12 e 13 febbraio a sostegno del candidato presidente Pierfrancesco Majorino. Come riferito dal segretario di Federazione Manuel Tropenscovino, questi sono nomi emersi dal confronto tra tutte le persone iscritte nel Lecchese. Quattro candidati “pronti a cambiare la Lombardia, consapevoli delle tante problematiche presenti sul nostro territorio alle quali Regione Lombardia, capitanata da Attilio Fontana, non ha saputo dare risposte concrete”.

Pietro Radaelli

Pietro Radaelli, 24 anni, laureato in geografia con un Master in Management dello Sviluppo Sostenibile, e segretario provinciale dei Giovani Democratici di Lecco, ha iniziato la sua militanza politica come rappresentante degli studenti, dapprima presso l’istituto superiore G.B. Grassi durante gli anni del liceo, e poi all'Università Statale di Milano con UniSì, risiede tutt’oggi ad Abbadia Lariana, sua città di origine e dove, da ormai 4 anni, ricopre il ruolo di consigliere comunale.

Si candida ufficialmente alla carica di Consigliere Regionale con l’obiettivo di guardare alla Lombardia con la prospettiva della sua generazione che oggi rappresenta nelle vesti di Segretario dei Giovani Democratici della Provincia, rivolgendo la sua particolare attenzione ai temi che più riguardano i giovani ed il territorio.

“Ho deciso di candidarmi per rappresentare la mia comunità in modo credibile - ha dichiarato Pietro Radaelli, candidato al Consiglio regionale -. Da studente pendolare e da cittadino vivo i disservizi di questa regione che, invece, merita di cambiare, lasciandosi dietro un malgoverno trentennale che l’ha affossata. Lo faccio in particolare per la mia generazione, ma anche per tutto il mio territorio. Lo faccio perché ora tocca a noi, noi protagonisti del nostro tempo”, ha concluso.

Simona Piazza

Simona Piazza nata a Lecco, dove tuttora risiede, nel 1978, con una Laurea in Scienze dell’Educazione, ricopre dal giugno 2015 la carica di Assessore alla Promozione della Cultura, alle Politiche Giovanili e alla Comunicazione del Comune di Lecco. Formatrice nazionale di Servizio Civile, svolge da anni la libera professione come consulente organizzativa e gestionale per realtà di terzo settore e attività di formazione per Associazioni locali e nazionali nonché per la rete dei Centri di Servizio per il Volontariato (CSV) e la Fondazione Treccani Cultura a Roma.

L’assessora ha ufficialmente deciso di candidarsi alle prossime elezioni regionali volendo essere la sua, una candidatura di proseguo dell’impegno politico sino ad oggi svolto nel proprio comune, rivolgendo la sua particolare attenzione alle comunità locali con un occhio di riguardo agli anziani, i più fragili e all’imprenditoria femminile, sui quali Regione Lombardia, ha dimostrato ancora una volta la sua inadeguatezza.

Flavia Fiandaca

Flavia Fiandaca, architetta e assessora all'urbanistica a Verderio, si candida ufficialmente alle Regionali portando la sua attenzione sui temi fondamentali quali la viabilità e le infrastrutture lombarde ed il diritto al lavoro, con particolare riguardo alle piccole e medie imprese.

Gianmario Fragomeli

Nato a Besana in Brianza e residente a Cassago Brianza con una laurea in Scienze Politiche. Ex parlamentare che ha iniziato la sua avventura politica all’età di 21 anni, ricoprendo dal 1995 al 1999, la carica di Assessore a Cultura, Sport e Tempo libero del Comune di Cassago Brianza. Nel 2004 è stato eletto per la prima volta alla carica di Sindaco, riconfermatasi poi nel 2009. Con le politiche del 2013 ha iniziato il suo percorso come deputato del Partito Democratico, dapprima nella circoscrizione Lombardia 2, in seguito rieletto a deputato nel 2018, questa volta nella Circoscrizione Lombardia 1.

Gianmario Fragomeli è oggi ufficialmente candidato per le elezioni regionali del prossimo 12 e 13 febbraio: “Ho deciso di correre - un verbo certo non casuale - perché ci hanno costretto ad affrontare una campagna elettorale lampo. Una campagna dove nemmeno gli abituali saldi di inizio d'anno dovranno, neanche per un istante, indurci a qualsivoglia tipo di sconto nei confronti dell'operato dell'attuale Governatore della Regione Lombardia. Una gestione della Regione che è stata ed è ancora completamente "imballata" e incapace di rispondere ai grandi temi che stanno a cuore ai lombardi. Parlo, in primis, della cura delle malattie, frammentata tra un Cup che ti rimanda ad un altro, con tempi e ritardi che mettono seriamente a rischio la salute della cittadinanza. O, ancora - continua Fragomeli - dell'erogazione di servizi di trasporto pubblico che devono necessariamente essere all'altezza di chi vive in una delle più produttive e ricche regioni d'Europa. L'obiettivo sarà quello di sostenere e accompagnare quotidianamente l'operato dei nostri Comuni, spesso dimenticati oppure "premiati" con logiche che nulla hanno a che fare con il valore delle progettualità messe in campo”. Tema fortemente sentito dall’ ex deputato Gian Mario Fragomeli è infatti quello dei “comuni”, ai quali, da anni, Regione Lombardia non rivolge la sua benché minima attenzione.

“Correrò dunque per cambiare lo stato delle cose in Regione e mettere finalmente in sintonia la grande capacità di innovazione e modernizzazione della produttiva società lombarda con l'operato di Palazzo Lombardia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fragomeli, Piazza, Radaelli e Fiandaca: il Pd ha scelto i candidati alle regionali

LeccoToday è in caricamento