Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica Via Isidoro Calloni, 16

Al via la Festa Democratica della Città di Lecco, tema conduttore: i diritti

Alla manifestazione del Pd interverranno diversi esponenti dem locali e nazionali. Tra loro anche il parlamentare Alessandro Zan, promotore del DDL contro l’omotransfobia

La Festa Democratica della Città di Lecco torna anche quest’anno con una nuova edizione: appuntamento da domani,  giovedì 26 agosto, fino al 4 settembre presso il Circolo Libero Pensiero nel rione di Rancio, in Via Calloni 16, per numerosi momenti di discussione e approfondimento sulle principali tematiche politiche locali e nazionali.

Il filo conduttore della Festa sarà quello dei diritti, affrontato da diversi punti di vista: si parlerà infatti di diritti LGBTQ+ con la partecipazione di Alessandro Zan, primo firmatario del DDL contro l’omotransfobia, ma anche di politiche al femminile e di Family Act. "L’attenzione del Partito Democratico alle pari opportunità sarà presente anche nei fatti, con un sostanziale equilibrio di genere tra gli ospiti delle iniziative della Festa - spiegano gli organizzatori - Grande spazio sarà poi dedicato ai giovani, alla sanità, al PNRR e agli amministratori locali, con la partecipazione del sindaco Mauro Gattinoni e di assessori e consiglieri comunali di Lecco, ma anche con la presenza di importanti sindaci dei capoluoghi lombardi".  

Il programma e gli interventi

Nel dettaglio, l’inaugurazione della kermesse è fissata per giovedì 26 agosto alle ore 18.30 con la presenza di Vinicio Peluffo, segretario regionale del PD Lombardia, Marinella Maldini, segretaria provinciale del PD Lecco, Alfredo Marelli, segretario cittadino del PD, e dell’europarlamentare dem Brando Benifei. A seguire, alle ore 21, il sindaco Gattinoni traccerà poi il bilancio del primo anno di mandato dell’Amministrazione comunale, con uno sguardo rivolto ai prossimi passi da compiere.

La Conferenza delle Donne Democratiche sarà protagonista della serata di lunedì 30 agosto. Alle ore 21, Diana De Marchi, portavoce regionale della Conferenza delle Donne Democratiche, Paola Bocci, consigliera regionale del Partito Democratico, Gianpaolo Torchio, sindaco di Paderno d’Adda, e Francesca Bonacina, presidente del Consiglio comunale di Lecco, parleranno di politica, futuro e donne. Modererà l’incontro Veronica Tentori, già parlamentare PD.

Il sindaco di Lecco, Mauro Gattinoni, a confronto con quello di Bergamo, Giorgio Gori

Il giorno seguente, martedì 31 agosto, alle ore 21, avrà poi luogo un incontro promosso dal Forum degli Amministratori Locali del PD Provincia di Lecco, con la partecipazione del sindaco Mauro Gattinoni e di altri amministratori di importanti comuni della provincia e della Lombardia, tra cui il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Introdurrà la serata Marinella Maldini, segretaria del PD Provincia di Lecco, e coordinerà il dibattito Paolo Brivio, sindaco di Osnago.

Mercoledì 1 settembre, alle ore 18.30, si parlerà del Family Act e delle proposte del PD sulla famiglia. Gli ospiti saranno Tommaso Nannicini, senatore del Partito Democratico, Jacopo Scandella, consigliere regionale PD, Diana De Marchi, portavoce regionale della Conferenza delle Donne Democratiche, Alessandra Durante, assessora alle politiche per la famiglia del comune di Lecco, e Francesca Seghezzi, sindacalista della CGIL. Coordinerà la discussione Cristina Maranesi, componente della direzione regionale PD Lombardia.

Il punto sul Pnrr e le riforme con Chiara Braga e Gian Mario Fragomeli

Lo stesso giorno, alle ore 21, si farà il punto sul PNRR e sulle riforme per il rilancio con i deputati Chiara Braga, responsabile sostenibilità e transizione ecologica in segreteria nazionale PD, e Gian Mario Fragomeli, parlamentare della Brianza Lecchese e capogruppo PD in commissione finanze alla Camera.

Giovedì 2 settembre, alle 18.30, i giovani saranno al centro dell’attenzione grazie all’iniziativa “Italia: un Paese per (non) giovani?” organizzato dai Giovani Democratici della Città di Lecco. Interverranno il deputato dem Matteo Orfini e Simona Piazza, vicesindaca e assessora alla cultura del comune di Lecco. A coordinare l’incontro sarà Pietro Regazzoni, segretario cittadino dei GD. Alle 21 poi si discuterà del DDL contro l’omotransfobia con il deputato Alessandro Zan, primo firmatario del DDL, Roberto Nigriello, capogruppo PD in consiglio comunale a Lecco, e Dalila Maniàci, presidente dell’associazione Renzo e Lucio. Coordinerà Katia Sala, giornalista.

Venerdì 3 settembre alle ore 16 si terrà il tradizionale Torneo di Burraco, poi dalle ore 19 avrà luogo una cena con gli amministratori ed ex amministratori lecchesi del Partito Democratico. In seguito, alle ore 21, si discuterà della riforma sanitaria regionale insieme a Gianni Girelli, consigliere regionale del Partito Democratico e coordinatore forum salute PD regionale, Sandra Zampa, responsabile salute nella segreteria nazionale del Partito Democratico e consulente per le relazioni internazionali e attività istituzionali del Ministero della Salute, Ausilia Fumagalli, responsabile salute e welfare della federazione provinciale PD Lecco. Il moderatore dell’evento sarà Raffaele Straniero, consigliere regionale del Partito Democratico.

L'intervento di Emanuele Fiano e dell'Anpi

Sabato 4 settembre alle ore 18.30 si svolgerà la presentazione della proposta di legge su Bella Ciao e sull’apologia di fascismo con i deputati Gian Mario Fragomeli ed Emanuele Fiano, e con l’ANPI di Lecco. Il giorno seguente, domenica 5 settembre, si terrà infine la serata di chiusura della Festa. Per tutti i giorni di svolgimento della Festa Democratica, dal 26 agosto al 4 settembre, sarà attivo il servizio di cucina a partire dalle ore 19.00. Per accedere alla Festa dem è necessario il Green Pass.

Come accennato, alla Festa Pd della Città di Lecco uno spazio importante verrà poi riservato alle donne e ai temi collegati dell'occupazione femminile, dei diritti e delle pari opportunità: "in modo sostanziale e non formale".

Donne dem: "La presenza paritaria nel programma della Festa non è forma, ma sostanza"

"Le Feste del PD sono occasioni importanti per valorizzare la professionalità e le competenze delle tante donne che animano il dibattito politico e culturale nel partito, nelle istituzioni e nella società" - dichiarano in particolare le aderenti alla Conferenza delle Donne Democratiche della provincia di Lecco, che proprio all'interno della Festa del PD cittadino si sono fatte promotrici di una serata dedicata alle politiche di genere ed ai cambiamenti culturali indispensabili per affrontare le sfide di un futuro in cui le donne dovranno essere necessariamente protagoniste. "Per questo è fondamentale il coinvolgimento e la presenza femminile all'interno del programma dei dibattiti e degli eventi, al fine di avere una rappresentanza paritaria e di qualità, che non è una questione di forma, ma di sostanza. Siamo soddisfatte che tutto il partito, sia a livello nazionale e regionale, che locale, abbia lavorato per raggiungere questo obiettivo".

"Il 30 agosto parliamo di politiche, futuro e donne"

L'evento, dal titolo "Le politiche, il futuro e le donne" è previsto per lunedì 30 agosto alle 21 e vedrà come ospiti Paola Bocci, consigliera regionale del Partito Democratico, Diana De Marchi, portavoce regionale della Conferenza delle Donne Democratiche, Francesca Bonacina, Presidente del consiglio comunale di Lecco, Gianpaolo Torchio, Sindaco di Paderno D’Adda e Veronica Tentori, già parlamentare PD.

"Anche grazie ai movimenti femminili, le donne italiane hanno portato al centro del dibattito pubblico la rivendicazione dei propri diritti ed evidenziato il profondo divario di genere presente nella nostra società, sollecitando un cambiamento, prima di tutto culturale, che permetta di eliminare gli ostacoli e le discriminazioni con cui oggi le donne si trovano purtroppo a dover fare i conti - spiegano infine le donne dem - La politica e le istituzioni devono raccogliere questa sfida e promuovere politiche incisive ed efficaci che diano impulso a quel protagonismo femminile essenziale per la crescita economica, sociale e culturale del nostro Paese. Tutte le nostre aderenti sono impegnate sui territori, per stimolare un metodo di lavoro nuovo, che in ogni ambito sostenga la presenza delle donne e del loro punto di vista e che ne promuova la rappresentanza nei luoghi decisionali ed apicali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la Festa Democratica della Città di Lecco, tema conduttore: i diritti

LeccoToday è in caricamento