rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Politica Centro storico

Forza Nuova torna a Lecco: “Basta sanzioni e guerre”

Il partito torna a farsi vedere in centro città: “Basta con l'odio anti russo”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Sabato 21 gennaio in piazza XX Settembre a Lecco è stato allestito un gazebo da una decina di militanti lecchesi di Forza Nuova per la raccolta firme contro le sanzioni e l’odio anti russo, prendendo le distanze dalle scelte dell’attuale governo, schierato con la Nato impegnata nell’ennesima guerra.

A causa di queste scelte scellerate, il nostro paese e le nostre famiglie, si trovano un caro vita ingiustificato ed impossibile da sostenere. Forza Nuova non condivide questa linea e con ferma decisione urla, basta sanzioni e basta guerre.

A circa due anni dall’ultimo gazebo in città e poco prima della scissione interna del Movimento, dopo le battaglie contro le chiusure scellerate e contro l’obbligo del  green pass, culminate con il sacrificio del 9 ottobre 2021, come dei guerrieri, i militanti di Forza Nuova Lecco si rialzano e  ricominciano a fare attività politica più forti e motivati di prima nella città che li ha visti protagonisti per tanti anni.

Come sempre, combattiamo contro il degrado figlio dell’immigrazione incontrollata e contro quel fallimento della società multietnica oggi testimoniato dai quartieri che raccolgono di tutto e che i lecchesi non riconoscono più. 

Tutto ciò che Forza Nuova, profeticamente anticipava tanti anni orsono tra stupore ed indifferenza dei buonisti, oggi lo stiamo vivendo, la trasformazione delle nostre città, sempre più simili alle Banlieue di Parigi, la sostituzione etnica, stanno arricchendo non di certo culturalmente, ma i mercanti di uomini e gli sfruttatori del lavoro sottopagato.

Noi siamo sempre stati e sempre saremo a fianco dei più deboli, siamo a fianco di chi ha avuto il coraggio di ribellarsi alla narrativa Covid, di chi ha perso il lavoro perché non si è voluto vaccinare, di chi non vuol essere il lacchè dei padroni di oltre oceano e di Bruxelles.

Ci abbiamo sempre messo la faccia e pagato per questo motivo, ci siamo presi l’agibilità politica che ci aspettava.

Oggi torniamo a fare attività politica nelle strade di Lecco, perché Lecco ha bisogno di qualcuno che lotti a favore dei lecchesi e Forza Nuova lo fa, come lo ha sempre fatto.

Le parole di Ezio Codegoni, coordinatore regionale lombardo, presente al gazebo: “Lecco è una città che sento molto vicina, vuoi per la bellezza ed il fascino, vuoi perché abito a Giussano e quindi ci vengo spesso. Negli ultimi anni, l’immigrazione incontrollata ha trasformato e creato parecchi disagi, la zona della stazione è diventata pericolosa, come del resto altri punti periferici dalla città. Noi vogliamo un flusso migratorio controllato, non una sostituzione etnica. Vorrei andare a passeggio la sera ovunque, vorrei che una ragazza da sola, non debba temere per la propria incolumità camminando per alcune zone della città. Le forze dell’ordine non dovrebbero essere continuamente sollecitate per le risse tra stranieri in stazione.”

Per Forza Nuova Lecco 
Achille Consonni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Nuova torna a Lecco: “Basta sanzioni e guerre”

LeccoToday è in caricamento