Venerdì, 15 Ottobre 2021
Politica Piazza Armando Diaz

Un anno da sindaco, Gattinoni fa un minibilancio: “Non ci siamo risparmiati”

Il primo cittadino è stato eletto con lo scarto minimo di 31 voti in più rispetto a Peppino Ciresa. E conia il nuovo slogan: “Teniamo il passo!”

Il peso abnorme di soli 31 voti, culmine di una lotta politica durata nove mesi. Ad attraversarla la prima fase della pandemia di Covid-19, che spostò dopo l'estate la consueta dead line primaverile delle elezioni: il primo turno, a guardarlo con il senno di poi vero e proprio spauracchio per il centrosinistra, scollinato con il 41,67% delle preferenze contro il 48,71% di Peppino Ciresa, candidato di un centrodestra che allora si era dimostrato ben più forte. Poi, le due settimane di nuova battaglia dialettica, il ritorno alle urne (3-4 ottobre) e il successo per una manciata di voti, con la coda del ricorso al Tar da parte degli sfidanti.

“Non ci siamo risparmiati”

Un anno dopo quel 50,07% a 49,93% (o 10.978 a 10.947), Mauro Gattinoni ha fatto un minibilancio sul suo primo anno da sindaco di Lecco:

“Primo anno da Sindaco, primo anno a servizio della Città.

Non abbiamo perso neppure un minuto, non ci siamo risparmiati neppure durante l’incubo della zona rossa. Abbiamo costruito un nuovo modo di lavorare, un modo nuovo di guardare ai diversi volti dei bisogni e alle ricchezze della nostra Lecco”.

Gattinoni ringrazia il suo team: “Un grazie enorme alla mia squadra di Giunta, di cui vado orgoglioso, ai Consiglieri, per l’attenzione e la pazienza, a tutto lo staff del Comune per essersi sintonizzato su un nuovo ritmo. A tutti i lecchesi voglio dire che il nostro impegno è la migliore garanzia della fiducia che ci hanno accordato. Avanti! Teniamo il passo!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno da sindaco, Gattinoni fa un minibilancio: “Non ci siamo risparmiati”

LeccoToday è in caricamento