rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Politica

Lombardia autonoma, i Giovani padani in piazza per chiedere il referendum

Nella centralissima piazza XX settembre un gazebo per informare i cittadini

Giovani padani in piazza nel weekend appena trascorso per chiedere al Presidente lombardo Maroni di convocare il referendum sull'autonomia della Regione. 

Fra le 50 piazze che hanno visto gli attivisti montare i loro gazebo, anche al lecchese piazza XX settembre, dove i giovani "lumbard" hanno distribuito volantini alla cittadinanza.

«C’è grande entusiasmo e voglia di autonomia per la nostra Regione - ha affermato Luca Toccalini, Coordinatore nazionale del Movimento giovani padani -  Siamo stufi di lasciare ogni anno 53,9 miliardi di euro allo stato centrale, potremmo utilizzare queste risorse per scuole, ospedali, disoccupati»

Gli fa eco il Commissario federale Andrea Crippa: «Attualmente questi miliardi vengono spesi per pagare i 28mila forestali della Sicilia o i buchi in bilancio del Comune di Roma, mentre i nostri giovani sono costretti ad andare all’estero per cercare un lavoro».

«Non è più possibile continuare a perdere le nostre risorse economiche a favore di uno stato che non è nemmeno in grado di garantire un posto di lavoro e istruzione di livello ai nostri giovani - ha aggiunto Federico Zaffarano, Commissario provinciale dei Gp lecchesi - di fatto in piazza XX Settembre erano con noi giovani anche non maggiorenni che hanno capito che questa è una battaglia che non si può perdere, ma molte sono state le persone che hanno ritirato con piacere il nostro volantino, passando dal nostro gazebo, e che volevano già conoscere la data del referendum. In conclusione penso che oramai gli stessi cittadini lombardi, indipendentemente dal credo politico o da altri fattori, abbiamo compreso quanto sia centrale per la nostra regione questa consultazione in quanto non tutelata dallo Stato centrale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia autonoma, i Giovani padani in piazza per chiedere il referendum

LeccoToday è in caricamento