«La nuova Giunta? Certe deleghe ricordano Alice nel Paese delle Meraviglie»

L'affondo dei Consiglieri di "Lecco Merita di Più" Minuzzo, Caravia e Brigatti: «Speriamo che il solo aver inventato deleghe nuove, permetta di risolvere i vecchi problemi dei lecchesi»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

«Cura della città, Coesione sociale, Sviluppo urbano e Attrattività territoriale più che deleghe ad assessori comunali conferite con delibera del sindaco sembra di leggere alcuni estratti misti tra l’Utopia di Tommaso Moro e Alice nel paese delle meraviglie; un approccio che più che determinare un cambio di passo verso il cambiamento della città è un’indicazione di come nei prossimi anni i lecchesi rischino di trovarsi a che far con uomini chiusi nei palazzi impegnati a scrivere libri sull’irrealtà dello sviluppo di Lecco». Questa la dichiarazione espressa oggi da Emilio Minuzzo, Gianni Caravia e Simone Brigatti, Consiglieri comunali di opposizione nelle fila di "Lecco Merita di Più - Forza Italia" in merito alle recenti nomine della Giunta del neo sindaco Mauro Gattinoni.

«Dalla libertà e coraggio per muovere il primo passo del Sindaco Gattinoni ci si aspettava decisamente di più, perché Lecco merita che in tempi rapidi si sistemi la situazione dei senzatetto presso i portici del “Larius” dando la giusta dignità alle persone che si trovano in difficoltà e si riqualifichi così un luogo che si trova a pochi passi dal lungolago cittadino, la più attrattiva delle nostre passeggiate tanto care all’Assessore Cattaneo» continuano Minuzzo, Caravia e Brigatti. 

Il sindaco Gattinoni ha ufficializzato la sua squadra: nomi e incarichi

«Azioni di ascolto e dialogo scritte e annunciate, soprattutto dall’Assessore Durante, che attendiamo di vedere soprattutto con i giovani lecchesi - proseguono i Consiglieri comunali - che in tanti, soprattutto nei pressi di piazza Affari bivaccano e circolano senza mascherina, non rispettano le distanze interpersonali creando così occasioni di ulteriore diffusione del Covid».

«Ci aspettiamo che la cura della città non sia solo realizzata sulle pagine dei social,  punti di forza dell’Assessore Sacchi, ma sia attenta e puntuale e che presti attenzione ai tanti parchi cittadini dove avvengono ahinoi ancora furti ai chioschi». spiegano inoltre gli  azzurri.

«Riteniamo infine che non siano più tollerabili le code chilometriche in uscita dal ponte nuovo, frutto di continui lavori realizzati per la campagna elettorale e mai finiti, la cui soluzione siamo certi verrà trovata presto sui manuali di arte dell’Assessore Zuffi - concludono i componenti di Lecco Merita di Più Forza Italia - Queste sono solo piccole cose su cui già si può misurare la capacità di incidere da parte del sindaco e della nuova Giunta per ampliare così il loro consenso tra i lecchesi e non limitarlo ai soli 31 elettori che hanno ottenuto in più rispetto alla compagine di centrodestra».

Torna su
LeccoToday è in caricamento