Immigrati, Lega e FDI-AN scrivono al Prefetto: "Dove sono finiti tutti?"

La destra lecchese preoccupata per una possibile mancanza di sicurezza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Illustrissimo Signor Prefetto,

desideriamo richiamare la Sua attenzione sul tema della sicurezza che, oggi più che in passato, desta grande preoccupazione tra i lecchesi, anche alla luce dei recenti fatti di cronaca con le aggressioni ai danni di due anziani, ad episodi di microcriminalità in crescente aumento e soprattutto all'espulsione di un potenziale jihadista con il rischio dell'esistenza o dello sviluppo di nuove cellule terroristiche nel nostro territorio.

A ciò si aggiunge la preoccupazione per  il fenomeno migratorio dei cosiddetti “richiedenti asilo” che da oltre un anno ha assunto i contorni di una vera e propria emergenza.

I nostri movimenti politici locali di centrodestra, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza Italia, più volte hanno manifestato la propria contrarieta’ nei confronti delle politiche sui flussi migratori volute dal Governo Renzi-Alfano. E dopo tutto questo periodo non possiamo più parlare solo di emergenza, ma di mala gestione o peggio ancora di chiaro e aberrante disegno politico.

Ci preoccupa il venir meno della sicurezza per la nostra gente, un valore che consideriamo fondamentale per la serenità delle nostre famiglie e del vivere civile. Noi riteniamo che i dubbi alimentino preoccupazioni e insicurezza  e sono alla base della sfiducia verso le istituzioni, oggi a livelli altissimi. Per questo chiediamo a Lei e ai Suoi uffici di voler rendere pubbliche alcune informazioni su quanto sta accadendo nel nostro territorio.

Chiediamo in particolar modo dal 01/01/2015 ad oggi quanti “richiedenti asilo” ha accolto la nostra provincia? Come sono divisi per nazionalita’? Dove sono collocati ora? Quanti immigrati la nostra provincia è ancora in grado di accogliere e dove? Quanti di questi sono stati identificati? Quanti sono risultati avere i requisiti per ricevere asilo e quanti sono stati espulsi? Dopo le denunce di dominio pubblico relativamente a dichiarazioni di associazioni e dei migranti stessi che rilevavano inadempienze da parte delle cooperative affidatarie della gestione degli immigrati quali provvedimenti sono stati adottati? Quali provvedimenti sono stati posti nei confronti della Domus Caritatis che ha vinto dei bandi nella nostra provincia prima dell’arresto del suo vicepresidente per fatti inerenti “mafia capitale”? Quante sono state le risorse pubbliche e/o private utilizzate per questa operazione in provincia di Lecco, chi ha finanziato i progetti di accoglienza, da chi sono state percepite queste risorse e come sono state utilizzate?

Chiediamo, inoltre, che Lei si faccia portavoce verso il Governo della volontà di tanti italiani di mantenere il reato di clandestinita’ e di farlo rispettare ad ogni livello.

Desideriamo, infine, porre alla Sua attenzione e, per Suo tramite, quella del Governo sulla necessità, ormai non più procrastinabile, di destinare più risorse alle forze dell’ordine della nostra provincia. A causa dello straordinario flusso migratorio sono quotidianamente chiamate ad un lavoro sempre maggiore rispetto al passato assumendosi di conseguenza più rischi, senza che tali sforzi siano adeguatamente sostenuti. Infatti, si trovano ad operare con minori risorse e meno adeguate. Le chiediamo altresì di vigilare su coloro che hanno ricevuto un decreto di espulsione perchè venga rispettata la loro esecuzione materiale entro i termini.

La ringraziamo per l’attenzione che vorrà dedicare a queste nostre richieste. Rimaniamo in attesa di un cortese riscontro e siamo a disposizione per un incontro così da poter meglio approfondire gli argomenti oggetto della presente.

Cordiali saluti.

Il Segretario Provinciale di Lecco

Lega Nord - Lega Lombarda

Flavio Nogara

Il Responsabile di

Fratelli d'Italia – Alleanza Nazionale

Giacomo Zamperini

Coordinamento Provinciale

Forza Italia

Davide Bergna

Torna su
LeccoToday è in caricamento