rotate-mobile
elezioni / Alto e Basso Lago / Via Nazionale, 107

Abbadia, Carenini presenta la sua squadra: "Riferimento per i cittadini"

Il candidato sindaco e i componenti della lista 'La Nuova Abbadia Lariana' hanno incontrato la cittadinanza in sala civica. Le parole chiave: cooperazione, sviluppo, lungimiranza, tradizione e ambiente

"Ci presentiamo alle elezioni dell'8 e 9 giugno per offrire una scelta democratica e proporci come riferimento per i cittadini. Siamo una lista apartitica e invitiamo tutti a partecipare sin da oggi, la nostra sede è aperta e lo sarà comunque vada alle urne. Rappresenteremo tutte le frazioni, da Abbadia ai Piani Resinelli".

Si è presentata così, con le parole del candidato sindaco Bruno Carenini, la lista civica 'La Nuova Abbadia Lariana' che nella serata di lunedì ha incontrato la popolazione in una gremita sala civica. Carenini, ben supportato al microfono dal giovane Mattia Valassi, "il più giovane del gruppo ma uno dei più preparati", ha presentato la sua squadra e lasciato la parola ai responsabili dei singoli settori tematici per illustrare i punti salienti del programma elettorale.

La lista in appoggio a Bruno Carenini è composta da Fausto Mazzoleni, Norina Bellini, Stefano Fois, Viola Gnecchi, Margherita Mangioni, Roberta Boschi, Mario Bianchin, Riccardo Emanuele Esposito, Francesco Trimarchi, Mattia Valassi, Francesco Invernizzi.

Il 'custode dei rioni'

Cinque le parole chiave nel programma della lista: cooperazione, sviluppo, lungimiranza, tradizione e ambiente. Uno dei punti più innovativi riguarda la figura del 'custode dei rioni' di cui ha parlato il dottore Fausto Mazzoleni: "Si tratta di una novità, una figura volontaria che possa raccogliere le istanze dei singoli rioni e comunicare con i cittadini".

Per quanto riguarda l'ambiente, ha proseguito Mazzoleni, "l'obiettivo è la sostenibilità ambientale. Per questo punteremmo all'ottenimento di fondi per la costituzione di Comunità energetiche rinnovabili e a ridurre il consumo del territorio, così come a ripensare la raccolta differenziata estiva, a nostro giudizio ora troppo costosa. Per i sentieri montani vogliamo provvedere a una mappatura completa, alla loro manutenzione e alla valutazione dei punti critici".

La presentazione de La Nuova Abbadia (7)

"Un tavolo per le associazioni"

Viola Gnecchi ha parlato di scuola, cultura e sociale. "Proporremo un tavolo per le associazioni, vogliamo creare un ente che possa mediare tra la pubblica amministrazione e le associazioni. Il Museo setificio Monti - ha continuato - deve diventare un riferimento per la cittadinanza e per il turismo, per questo è necessario un direttore che coordini le iniziative". Fronte scuola: "Dev'essere 'dinamica', con professori ed ex alunni che portino le loro esperienze agli alunni per l'orientamento, e collaborazioni fra le attività e i futuri lavoratori". Servizi sociali: "Qualora venissimo eletti, raccoglieremmo l'eredità di Cristina Bartesaghi che ha compiuto un buon lavoro: vogliamo potenziare quello che c'è, aggiungendo quello che manca".

Parco Ulisse Guzzi e pista ciclopedonale

Per quanto riguarda l'urbanistica, Carenini ha incentrato il discorso su alcuni punti nodali: "Il nuovo Parco Ulisse Guzzi non ci piace, il progetto per noi è da rivedere: la costruzione più vicina al lago è troppo di impatto, non siamo d'accordo con i gradoni in mezzo al verde. La cucina e il bar devono avere due gestioni distinte: la prima al Comune e a disposizione delle associazioni, il secondo al privato". Molto sentita dalla popolazione la questione viabilità: "Pensiamo a un nuovo marciapiede tra la SP72 e il Parco Chiesa Rotta e ad attraversamenti '3D' con i lampeggianti per aumentare la sicurezza. Dialogheremo con Anas per capire se lo svincolo di Maggiana può essere ampliato con ingressi in entrambe le direzioni e con la Provincia per migliorare la pavimentazione della SP72 nel tratto centrale del paese".

Nuova pista ciclopedonale da Lecco? "Sperando che si faccia, diciamo no al ponte sopraelevato: per ridurre la velocità dei veicoli in uscita dalla SS36 serve una rotonda, che permetta ai residenti dei condomini Bolis di raggiungere Lecco senza patemi e un'uscita più sicura alle villette fronte lago". Mattia Valassi ha sottolineato come "vogliamo comunque proseguire quanto di buono fatto dalle Amministrazioni passate".

La presentazione de La Nuova Abbadia (6)

"Vogliamo un turismo lento"

Un settore importante, per la lista 'La Nuova Abbadia', è il turismo. Margherita Mangioni ha spiegato che "puntiamo a migliorare la situazione attraverso dialogo, promozione e servizi: il primo attraverso il rapporto con le attività in paese e la formazione per gli operatori; la seconda con l'ufficio turistico riportato in stazione e totem multimediali; i terzi con un focus sui trasporti. Introdurremmo navette che trasportino i turisti ma ache i residenti nelle frazioni durante i weekend, e la 'tessera del turista' con una scontistica per fare rete e creare economia circolare fra le attività. Vogliamo spingere sul 'turismo lento' agevolando gli eventi culturali e sportivi. Abbadia deve diventare luogo di sosta per poi visitare l'intero territorio lariano. Allo stesso modo vorremmo tutelare, anche con parcheggi riservati, i residenti e chi si ferma per soggiorni più lunghi rispetto al 'mordi e fuggi' tipico dell'estate".

Il gruppo terrà ora diversi incontri nelle frazioni: sul museo setificio l'8 maggio alle 20.45 in sala civica; il 13 maggio alle 20.45 all'ex pizzeria a Borbino; il 18 maggio ai Resinelli all'Infopoint; il 20 maggio nell'ex Municipio di Linzanico; il 27 maggio all'ex scuola materna di Crebbio (anche per Zana e Lombrino); il 5 giugno in sala civica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbadia, Carenini presenta la sua squadra: "Riferimento per i cittadini"

LeccoToday è in caricamento