menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai profughi le case pignorate? Lega Nord "interroga" il ministro Orlando

La direttiva è stata trasmessa dal giudice delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Lecco agli avvocati della città

«Che razza di paese è quello che incentiva l'impiego di case espropiate a famiglie che non riescono a pagarsi il mutuo, e che disperate poi finiscono in strada o a dormire in macchina, per metterci invece dei clandestini?». Paolo Arrigoni, senatore della Lega, ha - così - denunciato in un post Facebook pubblicato il 28 ottobre.

La direttiva in questione - stando a quanto riportato da Arrigoni - sarebbe stata trasmessa dal giudice delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Lecco agli avvocati della città.

«Ma questa pessima iniziativa, che mira a perseguire "un alto scopo umanitario e sociale", e che abusivamente definisce "rifugiati" i soggetti da accogliere, quando in realtà trattasi di richiedenti asilo - si domanda il Senatore - è stata imposta dal Ministro della Giustizia, magari in accordo con il collega degli Interni Alfano, sempre più alla disperata ricerca di posti per ampliare il sistema dell'accoglienza che oggi conta 172.000 migranti, in gran parte clandestini? Oppure, trattasi di iniziativa autonoma del giudiche lecchese da stigmatizzare e censurare?».

Di seguito, interrogazione parlamentare indirizzata al ministro della giustizia, Andrea Orlando a firma di Arrigoni, Centinaio, Calderoli, Comaroli, Divina, Stefani, Stucchi e Tosato.

interrogazione arrigoni 1-2

interrogazione arrigoni 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento