menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un operaio al lavoro per sostituire il pluviale provvisorio posizionato in via Sassi

Un operaio al lavoro per sostituire il pluviale provvisorio posizionato in via Sassi

Il Consigliere Zamperini contro la burocrazia: "Inizierò una vera e propria crociata"

Il Consigliere di Fratelli d'Italia si scaglia contro gli ostacoli e i disagi creati dalla burocrazia comunale

Dopo la segnalazione riguardante il pluviale arancione installato in via Sassi, che proprio in queste ore sta venendo sostituito, il Consigliere comunale lecchese Giacomo Zamperini si scaglia nuovamente contro la burocrazia lecchese.

«Mi chiedo se in Comune si rendano conto dei disagi che i cittadini subiscono per colpa di qualche zelante burocrate - afferma il Consigliere in quota Fratelli d’Italia-An - In questi giorni, a seguito della mia segnalazione sul pluviale arancione di via Sassi, sono stato contattato da moltissimi cittadini indignati, i quali mi hanno segnalato altri casi di inefficienza».
Zamperini pone l’accento sul fatto che sono molti i casi in cui, quando i cittadini si recano allo Sportello unico per le attività produttive o alla commissione paesaggistica per avanzare delle richieste, si trovano davanti ostacoli burocratici: «dal posizionamento di insegne alle vetrofanie, dai piccoli lavori di edilizia privata alle richieste per l’occupazione del suolo pubblico. Anche altri uffici sono interessati dallo stesso problema». 

«Sono sicuro che siano tutti dei capaci professionisti, ma devono capire che non è più il tempo dei lacciuoli e delle scartoffie - continua il Consigliere - A maggior ragione in questi momenti difficili per via della crisi economica, chi lavora e vive a Lecco vorrebbe un aiuto da parte della pubblica amministrazione, invece sembra quasi che si faccia di tutto per mettere i bastoni fra le ruote ai commercianti e ai cittadini».

«Quando, da ragazzo, ho cominciato a fare politica, l’ho fatto soprattutto per poter evidenziare le ingiustizie del nostro tempo: mi sono sempre schierato dalla parte dei non garantiti, dalla parte di coloro che si sentivano inermi di fronte ai soprusi. Ho cominciato a fare politica perché volevo cambiare il sistema. Da allora non ho mai smesso di denunciare le irregolarità e battermi al fianco di chi mi chiedeva un aiuto. Per questo motivo - annuncia Zamperini - intendo iniziare una vera e propria crociata contro la burocrazia».

Una burocrazia che il Consigliere intende combattere su tutti i fronti problematici: «Ci sono troppi regolamenti e spesso dicono cose diverse fra loro: una persona normale che vuole ristrutturare casa o fare dei lavori nel proprio negozio, non può dover perdere tutto quel tempo solo per capire quali sono i propri diritti o come fare una richiesta in comune. Partendo dall’edilizia privata e dallo Sportello unico, presenterò una mozione per modificare i regolamenti e sintetizzarli in un unico documento, snello e facilmente comprensibile. Fratelli d’Italia si è già messa al lavoro per accelerare i tempi, anche grazie al contributo dei nostri dirigenti provinciali, primo fra tutti Claudio Monticciolo». 

E proprio dalle “persone normali” intende partire il Consigliere: «Invito tutti i cittadini che si fossero trovati in situazioni di disagio simili, a segnalarmi il problema: potete mandare una mail in Comune alla mia attenzione, oppure contattarmi direttamente sul mio profilo facebook.» 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento