Lecco, scuole: il PD per un "futuro di qualità"

Il comunicato del partito l'indomani del Consiglio comunale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Un Consiglio Comunale acceso e partecipato quello di ieri sera (mercoledì 13 aprile, ndr) sul tema del futuro scolastico di Lecco, una serata in cui maggioranza e opposizione si sono confrontate apertamente e che si è conclusa con l'approvazione a larghissima maggioranza (27 sì, 1 no, 2 astensioni) dell'O.d.G. presentato dal sindaco Virginio Brivio che ribadisce l'importanza del dimensionamento scolastico ma, soprattutto, della ricerca di soluzioni migliori che possano soddisfare le richieste e i bisogni dei cittadini e dei rioni, seguendo 2 obiettivi fondamentali: strutture adeguate e qualità dell'offerta formativa.

«Siamo soddisfatti da questo risultato che riconosce la buona volontà e il grande impegno di quest'Amministrazione per disegnare un futuro d'eccellenza per il sistema scolastico lecchese. – è il commento del capogruppo del PD Stefano Citterio – L'Ordine del Giorno presentato dal sindaco Brivio ha trovato, infatti, l'appoggio di una maggioranza larga ed eterogenea concorde nel continuare l'approfondimento della questione con tutte le componenti scolastiche (dagli organismi scolastici alle famiglie e alle parti sociali, passando per i comitati di cittadini e gli insegnanti) e nel prendere entro l'estate una prima decisione. Non è più tempo, infatti, per rimandare».

Nonostante la decisione sia di stretta competenza dell'Ufficio Scolastico Provinciale e il Comune non possa che prendere atto, l'O.d.G. approvato impegna Sindaco e Giunta a mettere in campo ogni sforzo per cercare di garantire l'attivazione delle classi prime di Laorca, Malnago e Bonacina: «Siamo consapevoli che le scuole per i rioni delle fasce pedemontane siano luoghi importanti di socialità e aggregazione e che i numeri dicano tanto, ma non possono spiegare tutto – continua il capogruppo – al primo posto restano la qualità dell'offerta formativa e il benessere delle famiglie e dei bambini».

Pertanto, come ben illustrato dall'assessore all'Istruzione Salvatore Rizzolino, il tentativo primario dell'Amministrazione e della maggioranza a suo sostegno è di affrontare il calo demografico, e il conseguente e necessario dimensionamento scolastico, con una visione di lungo termine che tenga conto sia delle necessità dei cittadini che delle disponibilità finanziarie del Comune, ormai sempre più limitate. È necessario, quindi, uscire dall'emergenza annuale e, attraverso il dialogo tra i quartieri, costruire una nuova dimensione territoriale attraverso l'elaborazione di un piano di qualità, adeguatezza e razionalizzazione dell'offerta scolastica e formativa nell'interesse dei bambini e delle loro famiglie: in questo senso il PD di Lecco, con la Giunta e le forze di coalizione, vuole ribadire il suo impegno per garantire alla città un futuro scolastico d'eccellenza.

Torna su
LeccoToday è in caricamento