Elezioni comunali 2020, "Con la Sinistra Cambia Lecco" ci sarà

Prime scelte ufficiali in vista delle Amministrative di Lecco. L'associazione: «Lavoro e lotta alle povertà tra le nostre priorità. Siamo pronti a valutare alleanze con PD, Cinque Stelle e forze civiche per evitare di consegnare la città alle destre»

Alberto Anghileri, Consigliere comunale del gruppo "Con la Sinistra Cambia Lecco".

«La discussione all’interno del nostro gruppo in relazione alle prossime elezioni amministrative a Lecco è iniziata prima della pausa estiva. È stata una discussione interessante e partecipata, con vecchi militanti e giovani interessati a discutere di politica e amministrazione. Alcune prime decisioni le abbiamo prese, la prima e più importante è quella di presentarci alle prossime elezioni con il nostro simbolo e il nostro nome. È una scelta motivata dal giudizio positivo del lavoro svolto in questi quattro anni di impegno in Comune, un giudizio che intendiamo sottoporre al parere dei nostri elettori».

L'annuncio arriva da parte di Tino Magni e del Consigliere comunale Alberto Anghileri a nome dell'associazione "Con la sinistra Cambia Lecco" che ha deciso dunque di ripresentarsi alle amministrative 2020. Il gruppo oggi all'opposizione fa inoltre sapere che valuterà possibili alleanze dopo un attento confronto con le realtà associative e civiche presenti in città.

Nasce "AmbientalMente Lecco"

«Per concretizzare e rendere più proficuo il nostro impegno, abbiamo poi deciso di iniziare un percorso di dialogo con le associazioni e le organizzazioni della nostra città per raccogliere suggerimenti, pareri, ed esigenze indispensabili alla costruzione del programma elettorale - aggiungono gli esponenti di "Con la Sinistra Cambia Lecco" - È una scelta questa che è alla base del nostro sentire: è dal confronto e dal dibattito che nascono i progetti migliori, senza contare l’importanza del dare voce a esigenze di diverse parti della società civile. La politica deve essere capace di darsi un respiro ampio, che vada oltre la quotidiana necessaria attività amministrativa e la buona gestione della cosa pubblica, e per far questo occorre progettare e condividere un’idea della città che vogliamo lasciare a chi verrà dopo di noi, alle prossime generazioni, e che funga da punto di riferimento nel nostro percorso politico. Come pensiamo debba essere Lecco? Quale la sua vocazione? E da queste domande ne discendono altre: quali i bisogni a cui occorre dare una risposta? Quali sinergie attivare per ottenere risultati migliori? Quali progetti per favorire la risposta alle situazioni di esclusione, di disagio che purtroppo esistono sul territorio? Sono domande che derivano dalla nostra condivisione di valori che riteniamo ineludibili e che vanno a toccare, per citarne solo alcuni, i problemi legati al lavoro, alla disoccupazione, alla povertà e all’esclusione».

Il nome della lista resterà dunque lo stesso. «Con la Sinistra Cambia Lecco, il nome che quattro anni fa abbiamo scelto e che oggi riconfermiamo, definisce già la nostra precisa scelta di campo, per questo motivo nei prossimi giorni chiederemo al PD, al Movimento cinque stelle e alle altre forze politiche o civiche presenti in città un incontro per verificare la possibilità di una alleanza elettorale basata sulla condivisione del candidato sindaco e del programma elettorale. Siamo convinti che non sarà un percorso né facile né scontato; molte infatti sono le scelte che l’Amministrazione Brivio ha compiuto che non abbiamo condiviso. Riteniamo tuttavia utile provare a costruire una convergenza programmatica che eviti di consegnare la città alla destra».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Latitante da 15 anni, preso a Milano il re dei documenti nato nel Lecchese

  • "Black Ink": riciclaggio e bancarotta, truffa da trentacinque milioni. In dodici finiscono nei guai

  • Statale 36: brutto incidente prima della "San Martino", serie le condizioni di un'automobilista

  • Si perdono in dieci nei boschi sopra Maggianico: salvati dai pompieri

  • Torna il maltempo: nel Lecchese scattano ben tre allerte

  • Il "Guardian": microplastiche, il Lario è il lago più inquinato d'Europa

Torna su
LeccoToday è in caricamento