menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli studenti lecchesi si mobilitano per "la Buona scuola"

Anche a Lecco i ragazzi della Federazione degli studenti lanciano la campagna di informazione sulla proposta di legge del Governo per la scuola.

Il progetto di legge per la scuola del Governo presieduto da Matteo Renzi spinge alla mobilitazione anche gli studenti lecchesi.

Nella giornata di oggi 11 novembre, infatti, i ragazzi della Federazione degli studenti cittadina, così come quelli del resto d'Italia, distribuiranno volantini ai coetanei, con lo scopo di informarli sulla proposta de "La buona scuola" e, soprattutto, di raccogliere idee e proposte da sottoporre poi al Governo.

«Abbiamo deciso di seguire l’invito del Governo - dicono dalla Federazione - che ha aperto le consultazioni su questo documento, a fargli sapere la nostra opinione, insieme a quella di tutti gli studenti lecchesi, a riguardo. Crediamo che come associazione studentesca dobbiamo sfruttare pieno questa opportunità, che può essere finalmente la possibilità di cambiare veramente la scuola, non limitandoci a manifestare contro tutto senza portare nessuna proposta alternativa».

I ragazzi di FdS si pongono anche in un'ottica di critica costruttiva nei confronti del Governo e della proposta di legge: «Faremo presente che nel documento proposto non viene fatto cenno ad alcuna legge nazionale per il diritto allo studio, tuttora inesistente, che possa favorire la parità di accesso all’istruzione e uno statuto dei diritti e dei doveri degli studenti in stage, riguardo ai quali FdS ha già pensato ad alcune proposte da presentare al Governo - spiegano - infine, ci domandiamo come sia prevista la compartecipazione del finanziamento alla scuola da parte dello Stato e degli enti privati, a cui non ci opponiamo a condizione, però, che questi ultimi non intacchino la didattica e l’indipendenza della scuola. Crediamo, comunque, che debba essere innanzitutto lo Stato a dover provvedere al finanziamento della scuola pubblica: nel caso in cui esso manchi si può ricorrere a fondazioni e, solo infine, a privati».

«Abbiamo intitolato la nostra mobilitazione “#Giochiamocela, la nostra Buona scuola” - concludono i ragazzi di FdS - proprio perché vogliamo giocarci questa importante opportunità e perché vogliamo che tutti possano raccontare la propria scuola, così da immaginare e poi costruire la "nostra" Buona scuola. Dunque parliamo e discutiamo della Buona scuola e di come costruirla assieme, perché non cambierà nulla finché non decideremo noi che qualcosa possa cominciare a cambiare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento