menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viabilità in città, i Cinque stelle lecchesi denunciano degrado e sporcizia

Dalle buche nell'asfalto ai cumuli di foglie non raccolti dopo i giorni di vento, i pentastellati ribadiscono le accuse di incuria all'amministrazione comunale.

Il Movimento 5 stelle lecchese torna a parlare della viabilità cittadina, dopo l'incidente che ha visto coinvolta una giovane in via Tonale: percorrendola a piedi, infatti, avrebbe messo il piede in fallo in una delle tante buche sull'asfalto, rompendosi una caviglia. Qualche settimana fa un episodio simile era accaduto in via Magnodeno.


«Purtroppo siamo stati buoni profeti quando, nel nostro comunicato dello scorso 20 ottobre, avevamo “tirato le orecchie” all’Assessore Rota sullo stato di degrado delle nostre strade e marciapiedi che, non casualmente, avevamo definito “percorsi di guerra” - scrivono i pentastellati, che pongono l'accento anche sullo stato della viabilità stradale e pedonale nei giorni che hanno seguito il forte vento che ha sferzato il lecchese fra il 21 e il 23 ottobre scorsi -  non possiamo non evidenziare lo stato di degrado e sporcizia delle nostre strade fra il 23 e il 30 ottobre: montagne di foglie si sono accumulate nelle nostre strade, parcheggi e marciapiedi intasando anche i tombini fognari. Abitualmente, al cessare del vento, il personale di pulizia preposto interveniva, restituendo alla Città un aspetto vivibile: in questo caso abbiamo atteso per giorni, inutilmente, interventi risolutivi».


I mancati interventi dipendono, secondo i Cinque stelle, dal nuovo contratto di raccolta e pulizia stipulato dal Comune: « Forse è anche questo che intendeva il Vicesindaco Vittorio Campione, riferendosi ad una “leggera” riduzione del servizio; forse è in questo stato di incuria che intendeva ridurre la nostra città, quando ci spiegava tutti i “vantaggi” del nuovo servizio».


«Del resto - accusano gli attivisti - cosa aspettarsi da una amministrazione che, nel solo interesse della ditta appaltante, consente che ogni mattina Piazza Garibaldi, fra le più importanti della città, si trasformi in un piazzale per la movimentazione dei rifiuti, quasi fosse una discarica? Poi, nei discorsi, per riempirsi la bocca, tanto richiamo al turismo ed alla città turistica: cominciamo a tenerla pulita, facendo in modo che al suo risveglio la città sia in uno stato decoroso, nell’interesse non solo dei turisti, ma anche dei lecchesi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento