rotate-mobile
Politica

La Lega torna in piazza: "Al via la petizione per avere i medici di base che servono"

Il coordinatore provinciale Daniele Butti illustra motivi e obiettivi dell'iniziativa che questo weekend interesserà anche diversi comuni lecchesi

Questo fine settimana la Lega tornerà nelle piazze lombarde con oltre 500 tra banchetti e gazebo, dove i cittadini troveranno i deputati, senatori, europarlamentari e consiglieri regionali el movimento guidato da Matteo Salvini, ognuno presente sul proprio territorio. Lo annuncia Daniele Butti, referente provinciale della Lega Salvini Premier: le postazioni leghiste saranno presenti anche in Provincia di Lecco nei seguenti comuni:

  • Lecco in Piazza XX Settembre sabato 12 marzo dalle 10.00 alle 16.00
  • Calolziocorte in corso Dante sabato 12 marzo dalle 9.00 alle 12,30
  • Valmadrera in via Roma sabato 12 marzo dalle 8.30 alle 12
  • Riviera Val D'esino in piazza Tommaso Grossi sabato 12 marzo  dalle 9.00 alle 12.30   
  • Barzanò in piazza Mercato domenica 13 marzo  dalle 09.00 alle 13.30                   
  • Missaglia in piazza Libertà domenica 13 marzo  dalle 09.00 alle 13.00.

Seguiranno gazebo anche nel weekend seccessivo. "Ci prepariamo ad una grande mobilitazione per lanciare una battaglia di buon senso e attualità, quella sulla carenza dei medici di base sul territorio lombardo - spiega Daniele Butti - Con una premessa: negli ultimi 10 anni i Governi, quasi tutti a trazione Pd, di Monti, Letta, Renzi, Gentiloni e il Conte bis, hanno inferto insensati tagli da 37 miliardi al nostro sistema sanitario, di cui 9 solo il Governo di Enrico Letta. Per questo la Lega scende in piazza e avvia una petizione popolare per raccogliere le firme dei cittadini e indirizzarle al ministro della Salute, Roberto Speranza, e sollecitarlo a invertire la rotta e a risolvere questo problema. Dai prossimi giorni sarà poi possibile sottoscrivere la petizione online sul sito www.legalombardasalvini.com".

"Referendum sulla giustizia: in primavera un'occasione storica"

Butti ha quindi aggiunto: "Regione Lombardia, pur competendo la gestione dei medici direttamente al Ministero della Salute, ha fatto il massimo possibile nell’ambito delle sue competenze per ovviare a questa carenza, attraverso la revisione della legge sanitaria, approvata a novembre, che ha stanziato 2 miliardi per il potenziamento della medicina territoriale e ha messo in campo una serie di iniziative, tra cui l'inserimento del tirocinio professionalizzante per permettere agli specializzandi che frequentano il terzo anno di corso di perfezionare il proprio percorso formativo sul campo. Torniamo in piazza tra la gente, con il sole o con la pioggia, per avviare questa petizione, ma anche per ascoltare e prendere nota di quanto ci verrà chiesto e segnalato dai cittadini".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega torna in piazza: "Al via la petizione per avere i medici di base che servono"

LeccoToday è in caricamento