menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Questione immigrati, la Lega attacca: "Aiutiamo anziani e disoccupati, non i profughi"

Nogara, segretario provinciale del Carroccio, sul piede di guerra: "Chiedo ai sindaci di preparare una lista dei cittadini bisognosi nei propri Comuni"

Continua a far discutere a livello nazionale e locale la questione relativa all'accoglienza dei profughi in Italia. A riaccendere il dibattito sul territorio è la Lega Nord, i cui rappresentanti, in una nota recentemente diffusa stigmatizzano la volontà da parte del governo Renzi di riservare altri 6.500 posti letto per gli immigrati.

Scrive a questo proposito Flavio Nogara, segretario provinciale del Carroccio lecchese che "in Provincia di Lecco non c’è nemmeno un posto disponibile e la Lega Nord è pronta ad occupare ogni albergo, ostello, scuola o caserma destinati ai presunti profughi, questo perché prima vanno destinati agli italiani in difficoltà".

"I prefetti -prosegue Nogara - oltre ad avere l’assurdo potere di collocare profughi nei nostri Comuni senza chiedere il permesso ai residenti e all’amministrazione comunale democraticamente eletta, ora potranno perfino requisire strutture o firmare provvedimenti di occupazione di urgenza".

"Chiedo a tutti i sindaci di preparare una lista dei soggetti bisognosi residenti nei propri Comuni -continua - e ai disoccupati ed anziani in difficoltà chiedo di fare subito richiesta di un alloggio presso il proprio Comune di residenza".  

Infine, con un occhio rivolto alle imminenti elezioni amministrative di maggio, Nogara lancia una stoccata agli avversari: "I lecchesi devono saperlo: se voteranno Bodega, sostenuto da Ncd, o Brivio, Lecco sarà invasa da immigrati clandestini, quello che vediamo oggi nei parcheggi non sara’ nulla. La Lega è l’unico partito ad opporsi con forza a questa politica immigratoria scellerata. Solo la Lega mette al primo posto gli interessi, i diritti dei cittadini, tutti gli altri sono disposti a cancellare i nostri diritti, la nostra storia, la nostra cultura, la nostra identita’ a favore di popolazioni giunte sul nostro paese in modo clandestino". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento