Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

«Giusto ascoltare le ragioni degli ambulanti, siamo qui per farlo»

Una delegazione della Lega ha raggiunto oggi il mercato di Lecco in occasione della protesta degli operatori. Presenti anche tre parlamentari

Una nutrita delegazione della Lega lecchese - composta anche da tre parlamentari - ha raggiunto il mercato di Lecco per portare solidarietà agli ambulanti. Questa mattina, sabato 10 aprile, Fiva Confcommercio e Anva Confesercenti hanno infatti promosso un presidio di protesta contro le restrizioni nei confronti degli operatori del commercio in fiere e mercati sollecitando anche ristori tempestivi e concreti, e gli esponenti del Carroccio hanno deciso di raggiungerli per ascoltare direttamente le loro ragioni.

La protesta degli ambulanti al mercato di Lecco: «Chiediamo solo di poter lavorare e di non essere discriminati»

Tra loro i senatori Antonella Faggi e Paolo Arrigoni, il deputato Roberto Ferrari, il Consigliere regionale Antonello Formenti, il neo referente lecchese Daniele Butti, il consigliere comunale Stefano Parolari, l'assessore di Calolzio Luca Caremi e i consiglieri provinciali Elena Zambetti e Stefano Simonetti.

«Siamo qui principalmente per ascoltare, perchè riteniamo giusto farlo - ha dichiarato Daniele Butti - La Lega è infatti da sempre un partito legato al territorio e attento ai bisogni espressi dai cittadini e dal mondo del lavoro. Già questa pandemia ci ha tagliato un po' le gambe perchè non riusciamo a essere vicini come vorremmo alle persone. Quindi questa occasione è importante per capire e fare la nostra parte».

Lega intervista-2

Paolo Arrigoni e Daniele Butti questa mattina nell'area ex Piccola.

Al senatore Paolo Arrigoni abbiamo invece chiesto il perchè della scelta di solidarizzare con gli ambulanti e cosa può fare la Lega visto che ora fa parte del Governo Draghi, nei confronti del quale non sono mancate le critiche proprio da parte di alcuni dei manifestanti.

«Oggi siamo qui per solidarizzare con questa categoria che come tutte sta soffrendo a causa della pandemia e delle conseguenti restrizioni che colpiscono poi le attività economiche - ha dichiarato Arrigoni - Siamo qui per ascoltare, come fa da sempre la Lega. Sappiamo già quali sono le problematiche di carattere nazionale, e sappiamo che le restrizioni in zona rossa permettono solo la presenza di stand alimentari al mercato. Fortunatamente ne usciremo lunedì passando in fascia arancione a Lecco e in Lombardia dove anche gli ambulanti, che oggi manifestano, potranno tornare al lavoro».

C'è poi il tema dei ristori e dei sostegni. «Siamo qui per ascoltare gli ambulanti anche su questo - aggiunge il senatore lecchese - Con il decreto emanato tre settimane fa, in sede di conversione una cifra è stata stanziata a sostegno delle attività economiche che hanno subito una perdita di fatturato nel 2020 rispetto al 2019. È solo qualcosa? Si aspettavano di più? Certamente, però anche questo è un passo in avanti importante. Tra l'altro di significativo c'è che non viene più disposto il ristoro in base ai codici Ateco, ma in considerazione della perdita di fatturato. Non ci fermeremo comunque qui. Abbiamo chiesto, e Draghi lo ha confermato, che entro aprile verrà emanato un secondo decreto sostegni. Ci sarà uno scostamento di Bilancio che il Premier ha detto sarà molto più corposo rispetto ai 32 miliardi inizialmente previsti. Quindi ci stiamo muovendo in questa dorezione. La Lega con Salvini sta cercando di far capire a tutto il Governo e al Paese che laddove sono garantite le condizioni di sicurezza e laddove le condizioni epidemiologiche lo consentono, si possano riaprire le attività in sicurezza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Giusto ascoltare le ragioni degli ambulanti, siamo qui per farlo»

LeccoToday è in caricamento