Acqua a Lerio Reti, Nogara (Ln): "Affidamento può provocare disastro finanziario per i Comuni"

Il Segretario provinciale leghista commenta negativamente la scelta di dare all'azienda la gestione del servizio idrico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Ai Sindaci, con la richiesta di affidare il servizio idrico a Lario Reti Holding, viene richiesto un atto di fede al Pd: la Lega Nord chiede al contrario un atto di responsabilità nei confronti dei cittadini, che in questi ultimi 6 anni hanno già subìto l’aumento del 280% delle tariffe dell’acqua, non votando questa delibera palesemente contraria alla normativa, comprovato dal fatto che la Corte dei Conti si è già espressa senza mezzi termini, indicando che l'affidamento ha effetto su una società che abbia i requisiti al momento delle candidatura al servizio e non dopo averlo stranamente ottenuto. 

Qualcuno con questo giochetto dell’acqua negli anni ha scherzato con il fuoco e ha portato la partita sino all’atto odierno, dalla fusione in una società unica di Ciab e Rio Torto, facendo magicamente scomparire milioni di rosso di bilancio che stiamo pagando ancora oggi, e da qui gli aumenti tariffari e da qui il costo dell’acqua in provincia di Lecco, superiore dell’85% rispetto alla bergamasca: un vero e proprio fallimento che dovrebbe portare gli attori di questa partita oltre che a risponderne personalmente a sparire dallo scenario politico per manifesta incapacità politica e gestionale.

Con una votazione positiva di questo affidamento può scaturire un vero e proprio disastro finanziario per i comuni, che potrebbero essere chiamati a mettere mano al portafoglio con esborsi talmente pesanti che non troverebbero coperture nei propri bilanci, e che noi chiederemo, con un’azione di responsabilità nei loro confronti, che vengano saldati personalmente dai sindaci che si sono espressi positivamente senza mandato dei propri consigli comunali, e a tutti coloro che nei consigli comunali con il proprio voto favorevole hanno dato mandato al proprio sindaco di votare per l'affidamento a Lario Reti Holding. 

Questo perchè le incapacità dei politici è ora di finirla che vengano fatte pagare ai cittadini già abbastanza tartassati, e sull'acqua hanno già pagato fin troppo. L'acqua è un bene prezioso ma è e deve restare un bene pubblico, sotto il diretto controllo dei comuni, non un business privato.

Flavio Nogara, Segretario provinciale Lega Nord Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento