rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Entusiasmo e partecipazione tra i lecchesi alla "Leopolda 11"

In molti hanno seguito la convention di Italia Viva organizzata da Matteo Renzi a Firenze. "È emersa la necessità nel nostro Paese, dopo la sconfitta dei populisti alle ultime elezioni politiche, di un'offerta moderata e realmente riformista"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Sono tornati da Firenze pieni d'entusiasmo e di passione per la politica i lecchesi che hanno preso parte alla undicesima Leopolda organizzata da Matteo Renzi e Italia Viva.

È emersa chiaramente la necessità nel nostro Paese, dopo la sconfitta dei populisti alle ultime elezioni politiche, di un'offerta moderata e realmente riformista seguendo altre esperienze in Europa come ad esempio Macron in Francia. È chiaro che i partiti che oggi fanno riferimento all'area politica di centro devono avere una sinergia reale e immediata e che se il Partito Democratico continua a proporre una progettualità con i 5 Stelle, matematicamente abbandona la casa riformista.

Elezioni 2021, Italia Viva esulta: “Il populismo non paga. Meglio il riformismo“

Il Governo Draghi ci ha resi consapevoli dell'autorevolezza di cui l'Italia nel mondo può godere e della necessità per il nostro Paese di una vera stagione riformista. Tuttavia ci si dimentica che senza le dimissioni dei Ministri di Italia Viva saremmo ancora con Conte alla guida del Paese. In accordo con ciò sarebbe un errore andare a elezioni nel 2022 dopo la votazione del Presidente della Repubblica, interrompendo così il lavoro virtuoso che l'attuale governo sta mettendo in atto soprattutto alla luce delle nuove possibilità aperte attraverso il PNRR.

Grande partecipazione anche ai tavoli tematici per le proposte al Governo e gli interventi stimolanti dei sindaci di diversa provenienza da Beppe Sala a Dario Nardella, a Marco Bucci. Dichiarato anche il NO ad alleanze con Salvini e Meloni perché l'antieuropeismo che li caratterizza non è cosa che ci appartiene, all'Europa preferiscono parlare con Polonia e Ungheria invece che con Francia e Germania.

Ora, con rinnovato entusiasmo, vista anche la partecipazione numerosa e entusiasmante con lunghe code per entrare, si riparte da Lecco, con incontri, iniziative e nuovi iscritti.

Giulia Vitali, coordinatrice Italia Viva Lecco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entusiasmo e partecipazione tra i lecchesi alla "Leopolda 11"

LeccoToday è in caricamento