Mandello, il vicesindaco: «Non mi ricandido»

Fabio Marcelli in una lettera ai cittadini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Per la prima volta da quando l'età me ne ha data la possibilità (erano le elezioni amministrative del 1993, candidato con la civica di centrosinistra "Progetto comune") non sarò candidato nella competizione elettorale comunale. Motivi prettamente personali legati ad accresciuti impegni familiari e lavorativi si uniscono ad un po' di stanchezza accumulata negli anni di impegno amministrativo. Sono stati anni importanti, intensi e di grande impegno, ma al tempo stesso faticosi, soprattutto gli ultimi, passati nella difficile posizione di assessore al Bilancio nel tempo dei vincoli -in particolare quello del patto di stabilità - in contrasto con le esigenze della comunità. Questi anni da vicesindaco e assessore mi hanno dato molto in termini di soddisfazioni e apprendimento ed èper questo che, pur non partecipando direttamente alla competizione elettorale, rimarrò dentro il gruppo di "Casa comune", a disposizione per dare una mano soprattutto ai numerosi giovani che per la prima volta si avvicinano ad un'esperienza amministrativa. Già da ora sto collaborando alla campagna elettorale del nostro candidato sindaco Grazia Scurria, candidatura che ho condiviso e che ritengo di profilo altissimo dal punto di vista della professionalità, delle competenze e della statura morale. Al termine del mandato voglio ringraziare il sindaco con il quale ho condiviso questi dieci anni in assoluta sintonia e lealtà di rapporti, i colleghi di giunta, i consiglieri comunali di maggioranza e opposizione e soprattutto i tanti mandellesi che ho avuto al fortuna di incontrare e che con suggerimenti, proposte o anche critiche mi hanno aiutato a crescere.

Mandello del Lario, 24.03.2015

Fabio Marcelli

Torna su
LeccoToday è in caricamento