menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insulti al Bione, dal centrosinistra plauso ai chi accoglie: "È questa la Lecco che vogliamo"

Dal Pd ferma condanna a quelli che Fornoni definisce "atti intimidatori"

La fondazione Arca e le forze dell’ordine sono intervenute per chiarire la situazione, specificando che si è trattato solo di casi isolati, ma gli episodi di insulti agli ospiti del campo del Bione hanno generato una netta presa di posizione nel centrosinistra lecchese, che condanna gli autori di questi gesti e, specularmente, ne fa un’occasione per sottolineare anche il ruolo di quella fetta di lecchesi che si è mostrata accogliente nei confronti dei richiedenti asilo ospiti in città.

«Un fatto grave e intollerabile ma che, fortunatamente, rimane isolato nel panorama di una Lecco accogliente e civile - precisa il Segretario cittadino, Giovanni Fornoni - Giudichiamo inqualificabile come queste persone, che fuggono da conflitti e situazioni insostenibili, debbano sopportare atti intimidatori che, mi auguro, non si verifichino più».

«Manifesto il mio pieno appoggio alle Istituzioni e alle associazioni lecchesi che stanno lavorando al massimo per rendere ottimale l’accoglienza dei profughi: questa è la Lecco di respiro europeo che conosciamo, questa è la Lecco che vogliamo - è il commento del deputato Gian Mario Fragomeli - Il mio plauso va a tutte quelle strutture e a quei volontari che si stanno impegnando per migliorare la convivenza temporanea con le persone richiedenti asilo presenti sul territorio lecchese. Il campo del Bione, che ho avuto modo di visitare lo scorso 11 settembre insieme al Vicesindaco Bonacina, è la dimostrazione che una parte importante di Lecco è allineata a tutte quelle città europee che stanno dando importanti segnali di solidarietà e di fratellanza, accogliendo e dando rifugio a persone che fuggono da guerre e devastazioni.Questa è la vera vocazione di Lecco: una città europea, moderna ed inclusiva, che risponde in questo modo ai gesti incivili, ancorché isolati, di pochi vigliacchi razzisti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento