Moregallo, i Cinque stelle mandellesi: «No allo "stupro" della montagna per la variante di Tremezzina»

Pentastellati contro i lavori e lo stoccaggio di materiale nel lago

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Strade, cantieri, gallerie, asfalto e poi con due gocce di pioggia o qualche giorno di maltempo ascolteremo la solita messa in scena di amministratori che si scaricheranno il barile tra uno e l'altro, chiedendo finanziamenti per il dissesto idrogeologico. Forse non sarebbe meglio che le montagne non vengano bucate, non disturbandone il loro naturale percorso geologico, evitando che la natura picchi i pugni sul tavolo per averla disturbata?

In egual modo il Movimento 5 Stelle di Mandello prende posizione sulla questione della variante Tremezzina e picchia i pugni sul tavolo con fermezza alla difesa dei cittadini della Frazione di Moregallo che devono quotidianamente subire lo “stupro” delle montagne adiacenti le proprie case solo per l'interesse di pochi e per rimpinguare le casse comunali attraverso lo sfruttamento delle cave, subendone così enormi disagi in misura di viabilità, ambiente ed inquinamento. 

Inoltre in questi giorni agli abitanti della frazione si prospetta dinnazi la terribile possibilità di poter vedere depositare nella loro frazione quasi un milione di metri cubi di materiale oltre che in cave anche nel lago, attraverso la costruzione di una vasca. La realizzazione di un così tale scellerato progetto andrebbe a deturpare sia una delle località più belle della sponda, sconvolgendo anche il sistema faunistico lacustre, già in grande difficoltà, sia andrebbe a produrre danni enormi a livello turistico alle attività produttive presenti e in particolar modo, conseguentemente, un peggioramento della vita e della sicurezza di coloro che vivono nella frazione.

Apprendiamo con lieta soddisfazione nell'intervento della maggioranza un parere negativo a riguardo, speranzosi che la decisione venga mantenuta con fermezza e non venga modificata al sopraggiungere di qualche promessa di qualunque genere andandone così a modificare la direzione con la conseguente messa in vendita dei cittadini e del nostro patrimonio ambientale.

Se la linea dell'amministrazione sarà in difesa degli abitanti di Moregallo e del territorio, sicuramente saremo ben lieti di sostenere iniziative che vadano alla tutela della salute di questi e del patrimonio ambientale che ci è stato donato. In caso contrario la nostra posizione sarà di una dura e ferma condanna utilizzando qualsiasi strumento che la legge ci permette di adoperare con lo scopo di ostacolare un progetto che riteniamo alquanto orribilante e fuori ogni logica.

Per concludere riportiamo a riguardo una citazione di Epicuro: “La natura non va forzata, ma persuasa. La persuaderemo soddisfacendo i desideri necessari, ed anche quelli naturali, purché non portino danno, ma respingendo fortemente quelli che siano nocivi.

Movimento Cinque Stelle Mandello

Torna su
LeccoToday è in caricamento